Cori da stadio delle camicie verdi dei leghisti scese a Roma, a piazza Montecitorio. Arrivate a decine da Monza, Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Piacenza perché invitate da Bossi per siglare una pace ‘culinaria’ con i romani all’insegna di polenta, osèi e rigatoni alla pajata dopo la frase del Senatur: “Sono porci questi romani”. Ma a pochi metri dalla piazza, alcuni attivisti di destra del ‘Movimento per Roma’ hanno improvvisato un’accesa protesta contro il ‘patto della polenta’.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Miliardi di euro dalle slot alle off shore e i Monopoli di Stato non rispondono al Fatto

next
Articolo Successivo

Vittorio Feltri sulla perquisizione al Giornale

next