Spintonato da una folle, Benedetto XVI si rialza. Subito Berlusconi va all’incasso a reti unificate.
Mentre il Vaticano minimizza l’incidente accaduto in San Pietro la notte di Natale, il premier occupa il Tg Uno e ne approfitta per definirsi vittima “del partito dell’odio”. Intanto i suoi lavorano ad una raffica di leggi ad personam con il solito obiettivo: garantirgli l’impunità.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vecchi senza resurrezione

next
Articolo Successivo

La fabbrica dell’odio

next