/ / di

Maria Rita D'Orsogna Maria Rita D'Orsogna

Maria Rita D'Orsogna

Fisico, docente universitario, attivista ambientale

Sono nata e cresciuta nel Bronx ed ho trascorso l’infanzia fra la tolleranza e la curiosità di New York City e la serenità e il verde di Lanciano, in provincia di Chieti.

Mi sono laureata a Padova in Fisica nel 1996 e dopo aver trascorso del tempo a Milano, Parigi, Chicago e Washington sono approdata a Los Angeles, dove vivo stabilmente dal 1999.

È una città che ancora mi sorprende e che adoro, per tutta la sua ricchezza umana e culturale e non solo per il sole splendente della California.

Nel 2007 venni a sapere che l’ENI intendeva trasformare i vigneti di Ortona, lungo la costa teatina, in un campo di petrolio con annessa raffineria.

Non so cosa sia scattato dentro di me ma, sebbene lontana, non potevo accettare che l’ENI portasse via un angolo d’Abruzzo e cosi, in un misto di amore italiano e di razionalità americana, ho dato tutto quello che avevo per salvare la contrada Feudo dalle grinfie dei petrolieri.

Grazie a una mobilitazione popolare senza precedenti in Abruzzo, ci siamo riusciti: l’ENI nel 2010 ha abbandonato quello che aveva sbandierato ai suoi investitori come il suo progetto più ambizioso in Italia.

Da allora non ho smesso mai. Ci sono concessioni petrolifere da Vercelli fino a Pantelleria, tutte in piccoli paradisi naturali. Cerco di usare tutto quello che il web offre per informare il cittadino comune, per rompere le scatole e per ricordare a petrolieri e politici che l’Italia non è l’Arabia Saudita.

Vengo in Italia frequentemente per conferenze e per sfatare i miti di Assomineraria e compari. Spesso mi dicono di essere ‘la pasionaria del petrolio’, invece il mio è soltanto un profondo senso di giustizia sociale e del dovere, sentimento stancante ma da cui non ci si può sottrarre.

www.csun.edu/~dorsogna

www.dorsogna.blogspot.com

No all’Italia petrolizzata

Post di Maria Rita D'Orsogna

Musica - 30 aprile 2016

Prince, il benefattore segreto dei pannelli solari

“There are people who have solar panels right now on their houses in Oakland, California that don’t know Prince paid for them.” Van Jones, amico di Prince e direttore di Green For All. E’ passata più di una settimana dalla morte di Prince, e i ricordi e l’affetto verso di lui continuano a riempire riviste e […]
Ambiente & Veleni - 18 aprile 2016

Referendum trivelle, parlarne è stata già una vittoria

There is something magnificent about fighting a battle you know you cannot win. Non ci siamo riusciti. Nonostante tutta la nostra buona volontà e il nostro entusiasmo, la macchina del no, dell’astensionismo, dei geologi al soldo delle fossili, dei lobbisti del petrolio hanno avuto la meglio su di noi. Lo sapevamo tutti che non era una partita […]
Ambiente & Veleni - 8 aprile 2016

Referendum Trivelle, dieci motivi per andare a votare e votare sì

Il petrolio prima ancora che l’ambiente inquina la democrazia  Non avrei mai immaginato che questo referendum aprisse una così violenta discussione sul tema petrolio in Italia o che venissero fuori tutti questi scandali, uno più deprimente dell’altro per chiunque ami l’Italia. Essenzialmente predico tutte queste cose da anni, ma questa così grande macchina organizzativa per […]
Ambiente & Veleni - 3 aprile 2016

Inquinamento, i cambiamenti climatici stanno uccidendo la Grande Barriera Corallina

“What we’re seeing now is unequivocally to do with climate change” Justin Martin, Universita’ del Queensland, Australia “You have reefs getting hammered time and time again, year after year. Recovery at this point is very limited.” Mark Eakin, oceanografo NOAA oceanographer Ci sono le immagini aeree a mostrarlo: la Great Barrier Reef d’Australia, una delle […]
Ambiente & Veleni - 1 aprile 2016

Federica Guidi: un altro motivo per non disertare il referendum trivelle e darla vinta ai petrolieri

Federica Guidi è una delle donne più famose d’Italia in questo momento. Si è appena dimessa dal suo incarico di ministro dello Sviluppo economico perché dalle intercettazioni emerge che si sarebbe adoperata per accelerare la costruzione del Centro Oli Total “Tempa Rossa” in Basilicata. Va chiarito inoltre il ruolo del ministro delle Riforme costituzionali Maria Elena Boschi per superare […]
Ambiente & Veleni - 30 marzo 2016

Fonti fossili: è tempo di lasciarle sottoterra. Lo dice anche la famiglia Rockefeller

But history moves on, as it must. Indeed, it is past time for all people of good will to do everything in their collective power to make our new path one that recognizes the deep interdependence between humanity’s future and the health of our natural systems.  The Rockefeller Family Fund, Marzo 2015.  La storia va […]
Ambiente & Veleni - 28 marzo 2016

Energia, l’era del petrolio è agli sgoccioli. Se i lavoratori dei ‘fossili’ chiedono di passare alle rinnovabili

“The argument from many governments has been that we need to decide between jobs or the environment. As workers in this sector, we know that we can create new jobs while reducing our impact on the environment, and we are committed to ensuring that this vision is realized.” Iron and Earth, associazione di tecnici del petrolio […]
Ambiente & Veleni - 22 marzo 2016

Inquinamento: mai così tanta CO2 in atmosfera negli scorsi 66 milioni di anni

Given currently available records, the present anthropogenic carbon release rate is unprecedented during the past 66 million years. Richard Zeebe, Università delle Hawaii Non lo so con quale coscienza ci possa essere gente che pensa che occorre continuare con le fonti fossili. Non hanno figli costoro? Non hanno a cuore le sorti della Terra? Non sanno […]
Ambiente & Veleni - 16 marzo 2016

Trivelle, Obama le boccia in tutto l’Atlantico. Renzi prenda esempio

Una notizia bellissima, un altro piccolo grande regalo di Obama alla fine del suo mandato presidenziale alla nazione, al pianeta, al futuro. Il regalo è qui: il giorno 15 marzo 2016 il governo Usa ha deciso di ritirare il suo piano di aprire l’Oceano Atlantico ai sondaggi sismici e alle trivelle in Virginia, North Carolina, South Carolina […]
Ambiente & Veleni - 2 marzo 2016

Perù, disastro ambientale petrolifero nella foresta amazzonica

Il giorno 17 Febbraio 2016 finalmente il governo del Perù ha dichiarato lo stato di emergenza ambientale in sedici comunità nel distretto di Morona, regione di Loreto, nella foresta amazzonica. Perché? A causa delle perdite di petrolio dall’oleodotto North Peruvian Pipeline che ha riversato petrolio nei fiumi Inayo, Chiriaco and Marañon, quest’ultimo tributario del Rio delle […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×