/ / di

Maria Rita D'Orsogna Maria Rita D'Orsogna

Maria Rita D'Orsogna

Fisico, docente universitario, attivista ambientale

Sono nata e cresciuta nel Bronx ed ho trascorso l’infanzia fra la tolleranza e la curiosità di New York City e la serenità e il verde di Lanciano, in provincia di Chieti.

Mi sono laureata a Padova in Fisica nel 1996 e dopo aver trascorso del tempo a Milano, Parigi, Chicago e Washington sono approdata a Los Angeles, dove vivo stabilmente dal 1999.

È una città che ancora mi sorprende e che adoro, per tutta la sua ricchezza umana e culturale e non solo per il sole splendente della California.

Nel 2007 venni a sapere che l’ENI intendeva trasformare i vigneti di Ortona, lungo la costa teatina, in un campo di petrolio con annessa raffineria.

Non so cosa sia scattato dentro di me ma, sebbene lontana, non potevo accettare che l’ENI portasse via un angolo d’Abruzzo e cosi, in un misto di amore italiano e di razionalità americana, ho dato tutto quello che avevo per salvare la contrada Feudo dalle grinfie dei petrolieri.

Grazie a una mobilitazione popolare senza precedenti in Abruzzo, ci siamo riusciti: l’ENI nel 2010 ha abbandonato quello che aveva sbandierato ai suoi investitori come il suo progetto più ambizioso in Italia.

Da allora non ho smesso mai. Ci sono concessioni petrolifere da Vercelli fino a Pantelleria, tutte in piccoli paradisi naturali. Cerco di usare tutto quello che il web offre per informare il cittadino comune, per rompere le scatole e per ricordare a petrolieri e politici che l’Italia non è l’Arabia Saudita.

Vengo in Italia frequentemente per conferenze e per sfatare i miti di Assomineraria e compari. Spesso mi dicono di essere ‘la pasionaria del petrolio’, invece il mio è soltanto un profondo senso di giustizia sociale e del dovere, sentimento stancante ma da cui non ci si può sottrarre.

www.csun.edu/~dorsogna

www.dorsogna.blogspot.com

No all’Italia petrolizzata

Blog di Maria Rita D'Orsogna

Ambiente & Veleni - 5 giugno 2016

Santiago del Cile, la metropolitana alimentata da sole e vento

Metro Santiago Cile 675 We will become the first public transportation system in the world to run mostly on solar energy  Comunicato Sun Power per la Metro de Santiago Santiago, Cile. Una città vibrante ed elegante dove, ogni giorno, circa 2 milioni e 200 mila persone prendono la cosiddetta Metro de Santiago. Ci sono cinque linee e cento stazioni. […]
Ambiente & Veleni - 27 maggio 2016

India, temperature da record: tra siccità e morte

India siccità 675 L’aumento di temperatura a livello globale sembra inarrestabile. Dal febbraio 2015 ad oggi abbiamo registrato tredici mesi di caldo record, rispetto alle medie calcolate dal 1880. Le “anomalie” rispetto al 1900-2000 sono sempre più accentuate e marcate. La neve al polo nord si scioglie con 70 giorni di anticipo. L’Australia ha appena avuto il suo gennaio […]
Ambiente & Veleni - 24 maggio 2016

Cascade Locks, la cittadina dell’Oregon che sconfisse la Nestlé

nestlè 675 “Nestlé should be worried, because common sense and democracy are on our side”  Aurora del Val, Cascade Locks direttore di  Local Water Alliance Sono sempre belle le storie di comunità che si organizzano e che combattono battaglie più grandi di loro e della speranza di vincerle. Ed è ancora più bello che qualche volta ci […]
Ambiente & Veleni - 21 maggio 2016

Portogallo, 110 ore di fila di elettricità da rinnovabili. Il futuro è più pulito

eolico irpinia-675 “Renewable energy is now the preferred option for new power generation capacity around the world” Adnan Amin International Renewable Energy Agency Le notizie sulle rinnovabili sono di crescita e di ottimismo, da ogni angolo del pianeta. In Portogallo per ben quattro giorni di fila l’elettricità è arrivata dalle rinnovabili: sole, vento ed idroelettrico per quasi […]
Ambiente & Veleni - 15 maggio 2016

Golfo del Messico, altri 350mila litri di petrolio in mare: un copione che non cambia

Marea nera Messico 675 It’s unacceptable that oil spills have been permitted to become the status quo in the Gulf, We have allowed the region to be perpetually treated as a sacrifice zone, a place where we tolerate pollution and disasters to continue our dependence on fossil fuels. Michael Brune, Sierra Club Eccoci qui, di nuovo nel martoriato Golfo del Messico. Siamo […]
Ambiente & Veleni - 11 maggio 2016

Pacifico, cinque isole ingoiate dal mare e dai cambiamenti climatici

“The sea has started to come inland, it forced us to move up to the hilltop and rebuild our village there away from the sea” Sirilo Sutaroti, 94 anni, capo della tribu’ Paurata, spiegando cosa hanno significato i cambiamenti climatici per la sua gente Dopo le isole Kiribati, dopo Cat Island, dopo l’isola  di Jean-Charles […]
Ambiente & Veleni - 9 maggio 2016

Canada, Fort Mc Murray tra le fiamme: la città è vittima del suo stesso trivellare

alberta3 “The fire will likely burn for weeks and weeks” Chad Morrison, Alberta Wildfire Fort Mc Murray, Canada. L’epicentro delle estrazioni di bitume del paese. La capitale delle Tar Sands dello stato dell’Alberta. La località con maggiore concentrazione di raffinerie e di impianti emissivi di CO2. Fort Mc Murray è vittima del suo stesso trivellare. La […]
Ambiente & Veleni - 5 maggio 2016

Cambiamenti climatici, i petrolieri negavano e intanto si attrezzavano

Tutti quelli che ricordano gli anni Novanta, ricordano anche il summit di Kyoto del 1997 in cui si decise, a livello planetario, di tagliare le emissioni di CO2 in atmosfera. In un primo momento anche gli Usa, guidati dal presidente Bill Clinton, erano d’accordo nel ratificare questi accordi. Pochi però sanno che, in quegli stessi giorni […]
Musica - 30 aprile 2016

Prince, il benefattore segreto dei pannelli solari

“There are people who have solar panels right now on their houses in Oakland, California that don’t know Prince paid for them.” Van Jones, amico di Prince e direttore di Green For All. E’ passata più di una settimana dalla morte di Prince, e i ricordi e l’affetto verso di lui continuano a riempire riviste e […]
Ambiente & Veleni - 18 aprile 2016

Referendum trivelle, parlarne è stata già una vittoria

There is something magnificent about fighting a battle you know you cannot win. Non ci siamo riusciti. Nonostante tutta la nostra buona volontà e il nostro entusiasmo, la macchina del no, dell’astensionismo, dei geologi al soldo delle fossili, dei lobbisti del petrolio hanno avuto la meglio su di noi. Lo sapevamo tutti che non era una partita […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×