Aumenta l’allerta nubifragi in tutta Italia, con piogge, temporali e venti forti che si spostano dalla parte settentrionale verso il Centro Sud, dove sale l’allerta per il rischio di nubifragi e allagamenti. Resta l’allerta rossa in Liguria con anche una previsione di ulteriore calo delle temperature. Il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse in base alle previsioni che annunciano precipitazioni intense sulle province di Trento e Bolzano. Il Dipartimento ha fissato per domattina alle 9 una riunione per fare il punto sulla super-cella temporalesca che ha fatto scattare l’allerta rosso in Liguria e che, da domattina secondo le previsioni, si sposterà sulle altre Regioni e bacini italiani. “Sarà necessario monitorare costantemente la situazione” ha detto il nuovo capo della Protezione Civile Angelo Borrelli. Dalle prime ore di domani si prevedono precipitazioni anche su Toscana e Sardegna, in estensione a Lazio, Umbria e Campania, nonché su Abruzzo e Molise, specie nelle zone interne e montuose. Raffiche di burrasca arriveranno anche su Sicilia, Campania e Lazio. Acqua alta a Venezia, tromba d’aria nel Leccese. Altre partite rinviate

RISCHIO IDROGEOLOGICO – Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata allerta rossa per rischio idrogeologico da oggi pomeriggio e fino a domattina sui settori centrali della Liguria. “Raccomandiamo a tutte le persone di muoversi con la prudenza che questi momenti richiedono”, è stato l’invito del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. L’allerta arancione è stata indicata, invece, per la giornata di oggi sui settori nord-orientali della Lombardia, su buona parte del Veneto e sui restanti settori liguri; per domani interesserà inoltre Toscana, Umbria, Lazio, Campania settentrionale, settori interni dell’Abruzzo e del Molise. Domani allerta gialla su gran parte del Paese, isole incluse.

DANNI OLTRE CONFINE – Qualche allagamento e un escursionista leggermente ferito nell’entroterra dopo essere scivolato per un sentiero che porta ai laghetti di Rocchetta Nervina (Imperia) sono il bilancio del maltempo a Imperia, ma la perturbazione ha scaricato gran parte del proprio potenziale sul versante francese dove si sono verificati disagi all’aeroporto di Nizza e allagamenti con auto sommerse dalle parti di Cagnes sur Mer.

STRADE CHIUSE – La pioggia abbondante fa paura. Così Anas ha comunicato che, vista la situazione prevista in particolare in Liguria, il tratto della strada statale 1 Aurelia in località ‘Pizzo’ di Arenzano, dove nel marzo 2016 franò parzialmente la collina in corrispondenza della galleria, è chiuso al transito a tutte le categorie di veicoli a partire dalle ore 18 di sabato fino alla cessazione dello stato di emergenza.

TROMBA D’ARIA NEL LECCESE – Una tromba d’aria accompagnata da pioggia battente e grandine si é abbattuta stamattina su Porto Cesareo (Lecce), provocando ingenti danni. Un camion per la vendita di frutta e verdura parcheggiato sul lungomare si é ribaltato, danni anche ad alcune barche ormeggiate nella zona dello scalo d’alaggio. Momenti di ansia per le sorti dell’equipaggio di un ultraleggero visto in volo durante la tromba d’aria. Alcuni testimoni hanno subito allertato la Capitaneria di Porto segnalando che il velivolo era in difficoltà a bassa quota ed era poi scomparso. Scattate le ricerche con motovedette e con elicotteri, si é riusciti a risalire ad un velivolo decollato da Taranto e passato in sorvolo su Porto Cesareo proprio nell’ora dell’avvistamento, poi fortunatamente riuscito ad atterrare a Melpignano.

ACQUA ALTA A VENEZIA – Nei prossimi giorni è prevista acqua alta a Venezia. Il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree della Protezione Civile avvisa che per i prossimi giorni, in modo particolare per domenica 10 e lunedì 11 settembre, sono previsti forti venti di scirocco che potrebbero presentare un valore di marea anomalo per il periodo. Infatti negli ultimi 40 anni si sono presentati solo due eventi mareali superiori a 110 centimetri nel periodo di settembre.

PARTITE RINVIATE – Le cattive condizioni meteo modificano anche i calendari di sport. Dopo il rinvio di Sampdoria-Roma, deciso ieri, la Lega di Serie A ha preso la stessa decisione dell’incontro Sampdoria-Torino, valido per la prima giornata del Campionato Primavera, inizialmente programmato per oggi alle 15 a Bogliasco. Intanto, per evitare che lo stesso destino tocchi al match Lazio-Milan, in programma domenica pomeriggio, intorno e dentro lo Stadio Olimpico, la zona del parco del Foro Italico è stata totalmente bonificata dagli aghi di pino e dalle foglie per evitare che possano ostruire le fogne e gli scarichi dentro e intorno all’impianto.