Dal 1° novembre 2017 nessun secondo bagaglio a mano si potrà portare a bordo sui voli Ryanair. La decisione della compagnia irlandese è stata annunciata oggi e ha l’obiettivo di “eliminare i ritardi” durante gli imbarchi. Tutti i clienti che non avranno effettuato il “priority ticket” (acquistato a 5 euro al momento della prenotazione, oppure aggiunto alla prenotazione al costo di 6 euro ed è acquistabile fino ad un’ora prima della partenza del volo) avranno comunque la possibilità di vedere il proprio bagaglio a mano più grande collocato in stiva gratuitamente.

Ryanair ha aggiunto che solo i passeggeri con un “imbarco prioritario”, tra cui le tariffe Plus, Flexi Plus e Family Plus, potranno portare a bordo dell’aereo una seconda borsa più grande, sottolineando che il costo del check-in per le valigie da stiva sarà ridotto da 35 euro a 25 euro, mentre il peso consentito della valigia da imbarcare passerà da 15 chilogrammi a 20. “Questa modifica costerà a Ryanair 50 milioni di euro l’anno”, ha detto a Bloomberg il chief marketing officer Kenny Jacobs. La volontà della compagnia low cost è quella di indurre i passeggeri a imbarcare i propri bagagli in stiva, per ridurre l’eccessivo volume delle valigie che sono destinate alla cabina, che creava problemi di sistemazione e spazio nelle cappelliere a bordo dei voli, con conseguenti ritardi nelle partenze.