Sembravano entrambe in difficoltà, pronte a inciampare già alla seconda giornata. Invece alla fine sia la Juventus che l’Inter hanno conquistato la vittoria e la testa della classifica, con 6 punti ciascuna. I bianconeri dopo aver preso due gol nei primi 10 minuti, di cui uno su rigore di nuovo assegnato tramite Var, devono ringraziare Paulo Dybala che con una tripletta ha steso il Genoa e ristabilito le gerarchie: 4-2 il risultato finale. Fondamentale invece per i nerazzurri la doppietta di Mauro Icardi: la squadra di Spalletti stava faticando non poco con la Roma, sotto di un gol e in debito di tre pali. Alla fine le due reti dell’argentino e la firma finale di Vecino hanno fermato il punteggio sul 3-1. Ora tocca a Napoli e Milan rispondere con altrettante vittorie, per dare un segnale e non perdere il treno.

I partenopei sono impegnati alle 20.45 in casa contro l’Atalanta: una gara che nasconde diverse insidie, compresa l’euforia per la Champions League appena conquistata. Maurizio Sarri si affiderà ancora al trio Insigne-Mertens-Callejon, ma dovrà stare attentato alle giocate del Papu Gomez e di Petagna. Per il Milan sarà tempo di esordio a San Siro contro un Cagliari sconfitto 3-0 dalla Juve domenica scorsa. I rossoneri hanno il dovere di non sprecare un calendario facile e incamerare punti preziosi: per questo Montella sembra intenzionato a schierare la formazione che al momento gli dà più sicurezze, compreso il giovane Cutrone prima punta.

Difficile cullare il sogno di un’altra giornata in vetta invece per Chievo Verona e Sampdoria. Teoricamente sono le altre due squadre a tre punti e quindi in grado di raggiungere la coppia Juve-Inter, sul campo però sono attese da due sfide difficili. I clivensi ospitano la Lazio, mentre i doriani affrontano la Fiorentina al Franchi. L’anticipo delle 18 è la gara tra Torino e Sassuolo, le due neopromesse Hellas Verona e Spal giocheranno rispettivamente contro Crotone e Udinese, tutte a caccia della prima vittoria già conquistata nell’altro anticipo di sabato dal Bologna contro il Benevento. Poi sarà nuovamente tempo di calciomercato e di Nazionale: dopo la sosta si giocherà domenica 10 settembre. E Napoli e Milan sperano di ricominciare con 6 punti al pari di Inter e Juventus.