“Se mio padre è colpevole è giusto che paghi come tutti gli altri”. Lo ha affermato il segretario del Pd Matteo Renzi, presentando il proprio libro”Avanti“, al teatro Franco Parenti di Milano. “Mi spiace che da figlio non ho creduto a mio padre”, ha detto, “c’è poi anche una dimensione umana, mio padre, che oggi è stato operato per un piccolo intervento al cuore, mi ha scritto: sarei pronto a fare una pazzia”. Il governo “va a fine legislatura, punto. Vorrei che Gentiloni sentisse l’appoggio del suo partito”, ha continuato a proposito del premier.