Danilo Gallinari è ufficialmente un giocatore dei Los Angeles Clippers. L’azzurro ha firmato un contratto triennale da 65 milioni di dollari. Un contratto ricchissimo per l’ala lombarda che chiude quindi la sua avventura a Denver dopo 6 anni con i Nuggets.

Da qui al 2020 guadagnerà quindi più o meno la stessa cifra che ha intascato in tutta la sua carriera da cestista NBA, iniziata nel 2008 a New York in maglia Knicks con un contratto da 2,8 milioni. Da allora, Gallinari ne ha guadagnati quasi 73.

Nell’ultima stagione in Colorado ha giocato 63 partite segnando 18.2 punti di media a partita con il 44.7% al tiro. Il suo arrivo a Los Angeles rientra nello scambio che ha coinvolto Atlanta: Paul Millsap andrà a Denver, Jamal Crawford e Diamond Stone finiranno invece agli Hawks.

I Nuggets hanno voluto salutare il giocatore italiano dopo 8 stagioni con un messaggio del presidente Josh Kroenke: “Danilo ha rappresentato un esempio positivo durante tutta la sua esperienza a Denver – ha detto il numero uno della franchigia NBA – Grazie alla sua applicazione, alla professionalità e all’impegno. Sono certo che resterà uno dei giocatori più amati dalla città”.

A Los Angeles, Gallinari incrocerà la strada di un altro giocatore europeo, Milos Teodosic. Il serbo, dopo aver dominato per anni l’Eurolega, sbarca negli Stati Uniti per vestire la maglia dei Clippers. A 30 anni, quindi, cerca la consacrazione anche sul palcoscenico più importante a livello mondiale ed è pronto a farsi conoscere per le sue capacità di assist-man.