In via di approvazione al Senato, il ddl Falanga sull’abusivismo edilizio dovrà tornare alla Camera prima del via libera definitivo. Contro il provvedimento si sono scagliati però Verdi, ambientalisti e Sinistra italiana. I Verdi stessi hanno organizzato un flash mob di protesta a Piazza del Pantheon a Roma, con tanto di una casetta “abusiva”. “Si tratta di una legge che “bloccherà le demolizioni, anche nelle aree vincolate dal punto di vista ambientale e idrogeologico”, ha spiegato il coordinatore Angelo Bonelli, insieme all’ex parlamentare Sauro Turroni, presentando un dossier sui meccanismi che consentiranno, denunciano, di non demolire le strutture abusive. Per poi attaccare: “Questo è un provvedimento di una gravità inaudita che legalizza in modo permanente l’abusivismo. E che verrà approvato da una maggioranza inedita, che mette insieme Pd, Fi, M5S e Verdini“. Secondo quanto denunciano i Verdi, la legge “non ha limiti temporali” e permette di costruire una casa abusiva e di rimandare l’abbattimento all’infinito. Per il verdiniano Falanga, invece, la legge servirà a dare la priorità all’abbattimento degli ecomostri. “Non è vero, la legge non dice nulla di questo”, ha replicato Bonelli. “Noi diciamo ‘Stop, si fermino'”.