Il giovane Thierno Ka racconta cosa lo ha spinto a cercare fortuna in Libia e come abbia scelto di rientrare da quella situazione difficile. Il ragazzo, che vive in un villaggio isolato, spiega che è meglio restare, soprattutto da quando “grazie a Falilou è arrivata l’acqua, risolvendo il problema dell’irrigazione” (si riferisce a Falilou Diagne, Presidente di Ugpm, l’Unione dei Gruppi Contadini di Mekhe, partner locale di Fratelli dell’uomo).