Giudizio severo del fondatore del Front National, Jean-Marie Le Pen, sul concitato confronto televisivo di ieri sera, che ha visto sua figlia Marine, sua figlia, sfidare il candidato centrista Emmanuel Macron nel dibattito alla vigilia del ballottaggio delle elezioni presidenziali francesi di domenica prossima. “La prima mezz’ora è stata piuttosto noiosa e probabilmente incomprensibile per la maggior parte dei telespettatori” – dichiara Jean-Marie Le Pen ai microfoni di Rtl France – “Forse il dibattito è stato a vantaggio di Emmanuel Macron, non di Marine Le Pen che non è stata all’altezza. Penso che sia stato il suo staff ad averla consigliata di comportarsi così. Speravano in un crollo psicologico da parte di un uomo che non appariva come molto solido”. E aggiunge: “Non avevo consigli da dare a Marine, quindi non ne ho dati. Spero sempre che il mio campione vinca. Ma se fossi l’arbitro, direi che è finita con un pareggio