La copiosa tradizione delle forniture Ford alle forze di polizia statunitensi (quasi i due terzi delle “volanti” americane sono marchiate con l’Ovale Blu) si arricchisce di un nuovo capitolo: un veicolo ibrido. E’ basato sulla berlina Fusion e chiama Police Responder Hybrid: abbina un motore 2.0 benzina a ciclo Atkinson ad un’unità elettrica con batteria agli ioni di litio da 7,6 kWh.

Le prestazioni sembrano adeguate, visto che può percorrere una trentina di chilometri in modalità elettrica pura, andare da 0 a 100 in 8,7 secondi (per la Fusion d’ordinanza sono 7,43) e superare la velocità di 100 miglia orarie (160 km/h), sebbene di quanto sia un dato sensibile che le autorità statunitensi e lo stesso costuttore hanno preferito non specificare. Abbastanza chiaro, invece, il risparmio sul costo della benzina: quasi quattromila dollari all’anno.

Le prime consegne delle Responder Hybrid avverranno in estate, ed i dipartimenti di polizia ad usufruirne saranno quelli di New York e Los Angeles. Accanto a queste, Ford continuerà a dare pure le note e collaudate Fusion e Interceptor, fedele a una tradizione che la vuole fornitore delle forze dell’ordine fin dal lontano 1920, con la Model T.

La casa dell’ovale Blu, nondimeno, non poteva rimanere insensibile al richiamo dell’elettrificazione della trazione: sono infatti 13 i nuovi veicoli elettrificati che lancerà nei prossimi cinque anni sul mercato frutto di un investimento di 4,5 miliardi di dollari mirato alla sostenibilità ambientale.