“Se ho letto della presunta irregolarità delle firme per la mia candidatura? Sì lo abbiamo letto, sono venuti anche in montagna. Abbiamo sempre risposto tramite i delegati di lista, che sono peraltro due avvocati, mi hanno rassicurato. Comunque effettueremo anche ulteriori accertamenti e verifiche. Ma da quello che mi viene rappresentato dai miei stessi delegati non c’è alcuna irregolarità”. Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a margine di un’iniziativa al deposito Atac di Tor Pagnotta, ha commentato la denuncia delle Iene sulle presunte incongruenze nella raccolta firme per le amministrative.