Amadi Diallo, un 25enne di origine ivoriana è stato ucciso nel panificio ‘Il granaio’ di Genova dal suo titolare. L’omicidio è avvenuto alle prime ore dell’alba, intorno alle 5 del mattino, all’interno del locale di via Buenos Aires. Il proprietario della panetteria, Ezyon Veizay, un albanese di 34 anni con cittadinanza italiana, è già stato arrestato dalla polizia: è stato lui stesso a chiamare gli agenti e a dire: “Ho accoltellato un uomo nel mio negozio”. Ma quando sul posto sono arrivati poliziotti e 118, il personale medico ha solo potuto constatare il decesso dell’ivoriano.

Tra dipendente e titolare sarebbe scoppiata una lite al momento dell’apertura del panificio per motivi di lavoro: discutevano di soldi arretrati che la vittima avrebbe dovuto ancora ricevere. Una discussione che andava avanti da giorni e che ha raggiunto il suo culmine: prima sono venuti alle mani, poi Veizay ha preso un coltello e ha colpito il suo dipendente con diverse coltellate al torace. Il 25enne ha provato a difendersi e il panettiere lo ha colpito ancora, anche con un cacciavite. Nel panificio, per ricostruire la dinamica dell’aggressione, sono intervenuti i poliziotti della scientifica. Il 34enne albanese è ancora sotto interrogatorio da parte degli agenti della squadra mobile e del magistrato di turno.