Bacheche in cui compaiono foto e video vecchi, selezionati in autonomia da Facebook e non richiesti dai proprietari dei profili. Il nuovo bug comparso sul social network ha causato le lamentele di molti utenti: c’è chi all’improvviso si è ritrovato in bacheca ricordi “non graditi” o addirittura dolorosi, rilanciati senza il proprio consenso sulla piattaforma. Un errore del social che ricorda quanto accaduto nel 2012, quando alcuni messaggi privati erano comparsi sulle timeline.

A scoprire per prima il bug è stata una giornalista di Pc MagStephanie Millot. La reporter statunitense ha spiegato come le immagini ripubblicate fossero state anche ridatate, creando così ulteriore confusione tra i contatti dell’utente. Secondo il sito di tecnologia, il problema potrebbe essere collegato alla nuova versione di Facebook per iOS oppure proprio allo strumento “Year in Review”.

Si tratta di una funzionalità che consente di ricostruire gli eventi vissuti nel corso dell’anno sul social network con un breve video. “Accadde oggi” è invece un altro strumento di ricondivisione di contenuti vecchi. In entrambi i casi però bisogna dare il proprio consenso affinché video e foto riproposte dal social network vengano resi pubblici. Ma nel caso di oggi, al contrario, l’errore tecnico ha fatto sì che i contenuti venissero postati all’insaputa degli intestatari del profilo.