Altri morti nel Mediterraneo. Nella tarda serata di domenica 4 dicembre 16 cadaveri sono stati recuperati al largo della Libia, in una operazione di soccorso che ha permesso di mettere in salvo altre 800 persone. I migranti erano tutti a bordo di cinque gommoni e di quattro piccole imbarcazioni, tutte dirette verso l’Italia. Il salvataggio è stato coordinato dalla centrale operativa della Guardia Costiera a Roma, che ha permesso l’intervento congiunto di tre navi: la nave Aquarius della Organizzazione non governativa Sos Mediterranée, la nave Diciotti della Guardia Costiera italiana e la nave militare irlandese Samuel Beckett. I 16 cadaveri recuperati stanno ora facendo rotta verso l’Italia.