Intervista ad una volontaria peshmerga che combatte per liberare la città di Mosul sotto il controllo dell’Isis dal giugno del 2014. Nella notte, il primo ministro iracheno Haidar al Abadi ha assicurato che l’esercito è “molto vicino” alla città e che i militanti dell’Isis possono solo scegliere se “arrendersi o morire”. L’offensiva per riprendere Mosul è scattata lo scorso 17 ottobre ed è condotta dalle forze armate irachene e da quelle curde dei peshmerga, che fino ad ora sono avanzate senza pausa sui fronti est, nord e sud. Il fronte ovest è stato aperto tre giorni fa dalle forze sciite di Moltitudine popolare, che hanno dispiegato circa 15mila uomini.