Il maltempo continua a creare disagi in tutto il Centro-Nord. Dopo la tromba d’aria che si è abbattuta su Genova, a Roma tre persone, tra cui una bambina, sono rimaste ferite per la caduta di un albero su uno scuolabus. I tre, secondo le prime ricostruzioni dei pompieri, non sarebbero in condizioni gravi. Da martedì è previsto un nuovo peggioramento sul nord Italia per l’arrivo di una perturbazione atlantica.

La situazione più critica è in Liguria dove era stata lanciata un’allerta ‘rosso’, poi declassata nel corso della giornata e un bilancio di sette feriti non gravi. Soccorsi in serata circa 300 passeggeri che erano rimasti prigionieri alcune ore su un treno Intercity a Zoagli, fra Chiavari e Rapallo, lungo la linea internazionale Roma-Ventimiglia, bloccato dopo il il crollo di alcuni alberi lungo i binari. Una tromba d’aria si è abbattuta su Genova, lungo la linea costiera. Molti i danni causati dalla pioggia e dal vento forte che ha raggiunto i 120 chilometri orari. Chiusa almeno fino alle 12 di sabato la linea ferroviaria Genova-La Spezia per i danni. Alle Cinque Terre i comuni di Riomaggiore e Framura sono stati battuti da raffiche tra i 115 e i 117 chilometri l’ora. Danni anche a Portofino con il crollo del grosso pino secolare cresciuto sul tetto di Castello Brown, che era uno dei simboli del paesino ligure.

Oltre la Liguria, le regioni colpite dal maltempo sono quelle del centro-nord. In Lombardia è stata interrotta per una frana la statale dello Stelvio. Una tromba d’aria accompagnata da un vero e proprio nubifragio ha causato danni ingenti a Lecco dove era in corso la “festa del cioccolato” che è stata dunque annullata.

Sono state poi registrate intense mareggiate in Sardegna. Disagi in Toscana dove, a causa della caduta di alberi, è stata interrotta questa mattina per una quarantina di minuti la linea ferroviaria Viareggio-Lucca. Nel Pistoiese è crollato il tetto di una casa ma non si sono registrati feriti.

“La perturbazione atlantica che sta interessando il nord Italia raggiungerà nelle prossime ore anche le regioni tirreniche centro-meridionali e quelle del versante adriatico, portando temporali e venti forti”, avvisa la Protezione Civile. Il Dipartimento ha emesso un’allerta meteo che prevede, a partire dal tardo pomeriggio di oggi, venti molto forti su Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Dalla serata sono inoltre previste precipitazioni, localmente molto intense e accompagnate da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento, su Lazio e, nella mattina di domani, Campania. Sulla base dei fenomeni previsti, la Protezione Civile valuta per domani un’ allerta ‘arancione’ per rischio idrogeologico su Toscana, Lazio, buona parte di Lombardia e Veneto. Situazione capovolta a Palermo dove il termometro è salito fino a 34 gradi e qualcuno è anche tornato a fare il bagno in mare.