Ilmessaggero.it pubblica in esclusiva il brutale pestaggio avvenuto il pomeriggio del 18 settembre scorso all’interno della metropolitana B di Roma ai danni di una donna e di suo figlio nei pressi della stazione di piazza Bologna. Il riepilogo dei fatti: due ragazzi accendono una sigaretta a bordo. Un uomo, 37 anni, si rivolge a loro dicendogli: “Qui non si fuma”. Poche parole che fanno scattare un diverbio violento, che degenera presto in un grave aggressione: i due fumatori iniziano a picchiare lui e la madre. Un’aggressione violenta che gli causa un trauma cranico, fratture alla scatola cranica e un’emorragia cerebrale. Per la donna, di 60 anni, varie contusioni e una prognosi di otto giorni. Grazie alla descrizione fornita da alcuni testimoni, dalle telecamere di sorveglianza e dalle stesse vittime li hanno rintracciati e due dei tre giovani sono stati fermati. Agli inquirenti, riporta Il Messaggero, hanno raccontato “di aver agito sotto l’effetto di droghe pesanti. Erano reduci da un rave party. Il gip Ezio Damizia, parlando di “volontà omicidiaria diretta”, ieri ne ha convalidato l’arresto, rilevando il rischio di reiterazione del reato”. Il filmato esclusivo è del fotografo Rino Barillari