“Domani facciamo un giro in barca a vela e se becchiamo in mare degli immigrati che facciamo? Li lasciamo lì, devono morire”. A parlare, durante una diretta live di Facebook, è Salvatore Sbona, Presidente del Consiglio comunale di Melilli, in provincia di Siracusa, e segretario del circolo cittadino del Pd. Conversando in spiaggia con amici annuncia che il giorno dopo avrebbero fatto “un giro con la barca a vela”. A quel punto chiede agli amici: e se becchiamo gli immigrati a mare che facciamo? Domanda alla quale si risponde da solo, ridendo: “Li lasciamo lì, devono morire”.
L’estratto di quella diretta video è stato postato sul suo profilo facebook da Giancarlo Cancelleri, deputato regionale del Movimento 5 Stelle e in pochi minuti è diventato virale.  “E se becchiamo degli immigrati a mare che facciamo? Li lasciamo lì, devono morire! A pronunciare queste terribili parole – scrive sul social network il leader del M5s Sicilia – non è un semplice cittadino, magari male informato, ma il Presidente del Consiglio (Pd) del Comune di Melilli che, approfittando di un video su Facebook, ci fa conoscere la sua sconfinata umanità. Ce lo segnalano proprio mentre in aula stiamo discutendo la legge che disciplina l’elezione dei consiglieri comunali. Speriamo che qualcuno intervenga e faccia rinsavire il suddetto personaggio, magari ricordandogli che un Presidente del consiglio rappresenta la dignità non solo di tutto il consiglio comunale, ma soprattutto dell’intera comunità della città di Melilli, entrambi, con queste parole, ne escono completamente disonorati”. Dopo numerosi commenti critici, poi, lo stesso Sbona ha replicato a Cancelleri:  “Il video va pubblicato per intero – scrive l’esponente dem – perché la frase è una denuncia forte contro ogni forma di razzismo, detta con ironia e come denuncia”