Quella che vedete nelle foto qui sopra è la 250 Race, ovvero la Elise più rapida di sempre con la sua velocità di punta di 248 chilometri orari. Si tratta di un modello già pronto a gareggiare nelle competizioni monomarca, che la Lotus si è regalata per festeggiare i cinquant’anni dalla fondazione dello stabilimento produttivo di Hethel. Sul cui circuito interno è stata capace di girare in un minuto 33 secondi e 5 decimi: ben mezzo secondo in meno del record precedente che apparteneva alla Elise Cup 220 R, miglior tempo in assoluto per le versioni racing della Elise.

In quanto auto da gara, prevede già di serie diverse dotazioni sportive che altrimenti sarebbero optional: ammortizzatori regolabili, freni potenziati, sedili “racing” omologati FIA con guscio in fibra di carbonio e cinture a sei punti, volante amovibile e lunotto posteriore in policarbonato. C’è pure un pacchetto aerodinamico che comprende splitter anteriore, diffusore posteriore, minigonne laterali e ala sempre posteriore in grado di generare un carico aerodinamico di 66 kg a 160 km/h, che diventano155 alla velocità massima.

Per quanto riguarda il motore, infine, si tratta di un 1.8 quattro cilindri da 246 cavalli di origine Toyota con compressore volumetrico (e una coppia di 250 Nm disponibile tra i 3.500 ed i 5.500 giri), abbinato ad un cambio manuale a 6 marce. Non numeri tali da giustificare performance corsaiole, si potrebbe obiettare. Ma l’asso nella manica di questa Elise, come sempre, è il peso: gli interventi per l’alleggerimento della vettura hanno fatto si che quello a secco si fermasse a 900 kg. Una vera pacchia in pista, che si porta a casa con 53.500 sterline (63.500 euro).