Tre persone, tra cui un professore universitario, sono state arrestate in Bangladesh con l’accusa di aver ospitato gli autori dell’attacco terroristico al ristorante Holey Artisan Bakery di Dacca, la notte dello scorso 1 luglio, in cui persero la vita venti civili precedentemente presi in ostaggio, tra cui nove cittadini italiani.

Foto tratta dal sito della North South University

Gias Uddin M Ahsan, questo il nome del professore (nella foto tratta dal sito web della North South University, ndr), è il preside della Scuola di Scienze della salute e della vita della North South University, il primo istituto privato del Bangladesh. Le altre due persone fermate sono due suoi collaboratori universitari. Gli arresti sono stati compiuti nel quartiere residenziale di Basundhara, nella capitale Dacca. Ahsan è accusato di avere ospitato i terroristi prima dell’attentato, in un appartamento che aveva preso in affitto.

Nell’agguato, rivendicato in seguito dal sedicente Stato Islamico, oltre ai nove italiani hanno perso la vita sette giapponesi, un indiano, un americano, due cittadini del Bangladesh, e due poliziotti intervenuti sul posto. I sei terroristi autori dell’attentato sono stati uccisi dopo l’assalto da parte delle truppe governative.