Maxi operazione anticamorra a Napoli, nella periferia a est della città. Più di 90 persone sono state arrestate dai carabinieri perché accusate, a vario titolo, di far parte del clan D’Amico, che controlla le attività illecite nella periferia est della città, dalla gestione delle piazze di spaccio al racket delle estorsioni, al controllo delle case popolari. Nel corso dell’indagine è stato documentato il ruolo apicale delle donne all’interno del clan camorrista, che controllava l’area del rione Conocal. I reati ipotizzati dalla Dda in ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Napoli sono associazione per delinquere di tipo mafioso, omicidio, estorsione, narcotraffico, detenzione e porto abusivo di armi da fuoco.