Il voto riflette la situazione di crisi sociale che in questi anni si è sentita in Europa, Italia e nelle grandi città. Una crisi sociale che si riflette anche nella minore partecipazione al voto“. Con queste parole Piero Fassino ha commentato i risultati di Torino delle urne verso le 3 di notte quando erano state scrutinate un terzo delle schede. “Siamo saldamente in testa. Partiamo da questo 40% per affrontare il ballottaggio. Ci rivolgeremo ai torinesi chiedendo un voto per Torino. E’ un voto per scegliere chi dovrà guidare le città, non è un voto sul governo né per ridefinire gli equilibri parlamentari, ma al centro dobbiamo mettere le città e il loro futuro. Chiederemo il voto per per non interrompere il percorso di innovazione che che ha permesso di contenere la crisi”