Mancava solo l’ufficialità, arrivata questa mattina: Josè Mourinho è il nuovo allenatore del Manchester United che prende il posto di Louis Van Gaal. E’ stato lo stesso club inglese a comunicarlo sul proprio sito. Il tecnico portoghese ha firmato un contratto di tre anni con l’opzione fino al 2020.

Mourinho, 53 anni, arriva allo United dopo l’esonero dal Chelsea: una macchia nella sua carriera nella quale ha collezionato in un decennio scudetti e coppe in quattro paesi (Portogallo, Inghilterra, Italia e Spagna), oltre a vincere la Champions League due volte – nel 2004 con il Porto e nel 2010 con l’Inter. “José è semplicemente il miglior manager di questo gioco oggi. Ha vinto trofei e ispirato giocatori in diversi paesi in tutta Europa e, naturalmente, conosce la Premier League molto bene, avendo vinto qui tre titoli qui – ha detto Ed Woodward – Vorrei cogliere l’occasione per dargli il benvenuto al Manchester United. La sua carriera di successo è l’ideale per prendere in mano il club”.

Grande soddisfazione per il tecnico portoghese. “Diventare manager del Manchester United per me è un onore speciale. E’ un club conosciuto e ammirato in tutto il mondo. C’è una mistica e una storia d’amore su questo club che nessun altro può avere – ha detto Mourinho – Ho sempre avuto una certa affinità con l’Old Trafford, ha ospitato alcuni ricordi importanti per me nella mia carriera e ho sempre goduto di un rapporto con i tifosi dello United, non vedo l’ora di essere il loro manager e godermi il loro magnifico appoggio nei prossimi anni”.