La commissione Giustizia al Senato ha approvato l’abbinamento dei ddl in tema di prescrizione a quello sulla riforma del processo penale. Lo riferiscono fonti parlamentari. Secondo quanto riferisce l’agenzia Public Policy, la presentazione del testo base dei relatori Felice Casson e Giuseppe Cucca (Pd) slitta a martedì prossimo. Il rinvio del testo base è dovuto “solo” a una questione tecnica e non politica. Con il voto di oggi sono stati abbinati al ddl penale sei disegni di legge sulla prescrizione, tra i quali quello approvato dalla Camera e che contiene la cosiddetta norma Ferranti, ovvero un allungamento ulteriore dei tempi per i reati di corruzione. I relatori hanno bisogno di più tempo per esaminare gli altri provvedimenti presentati al Senato e che dovranno confluire nel teso base.

L’abbinamento dei testi è stato votato all’unanimità. A favore si è espresso anche il commissario di Forza Italia, il senatore ed ex sottosegretario alla Giustizia Giacomo Caliendo. Secondo il ministro della Giustizia Andrea Orlando c’è “un avvicinamento delle posizioni e credo che ci siano tutte le condizioni per affrontare complessivamente i diversi dossier che erano sul tavolo della commissione. Devo dire che la decisione di abbinare il tema della prescrizione” al ddl penale “è già un passo in quella direzione”.