“In questo momento Napolitano sembra il ventriloquo di Renzi. Se di fronte a uno scandalo, la reazione è nascondere lo sporco sotto il tappeto, io sospetto che qualcuno abbia qualcosa da nascondere”. Così il direttore de ilfattoquotidiano.it Peter Gomez, ospite a Piazza Pulita (La7), commenta la questione giustizia. Passato il referendum trivelle, infatti, il presidente emerito Giorgio Napolitano ha chiesto di approvare subito la riforma delle intercettazioni, mentre Ncd ha presentantato un emendamento salva-corrotti che aumenta i termini di prescrizione per la corruzione. Dichiarazioni che hanno acceso il dibattito in studio. Immediata la replica del sottosegretario alla Giustizia, Gennaro Migliore (Pd): “Sono i magistrati a fare le inchieste, non i giornalisti o politici. E‘ il magistrato a disporre delle intercettazioni e capire se siano influenti o no. Qua non c’è niente da nascondere. Noi stiamo agendo contro la corruzione e non capisco perché evochiate fantasmi”. Pronta la risposta di Gomez: “Diciamo che avete dei problemi di alleati all’interno del governo. E sulle intercettazioni, lei Migliore, non la racconta bene. State mettendo in piedi un sistema che salterà e che vi serve nei prossimi anni per cercare di limitare l’uscita delle intercettazioni”