Otto persone arrestate dopo gli scontri di domenica 10 aprile fra tifosi palermitani e laziali in via Libertà, a Palermo. In manette sono finiti 4 palermitani e 4 romani accusati di rissa aggravata. E’ stato denunciato anche il giovane, ricoverato a Villa Sofia con la mascella fratturata, che è stato colpito a calci mentre si trovava per terra (guarda). Gli arrestati, ha sottolineato il questore del capoluogo siciliano Guido Longo, “sono tutti volti conosciuti alle forze dell’ordine per piccoli reati”.

“Scortavamo la tifoseria laziale e la nostra presenza in loco – ha aggiunto il questore – ci ha permesso di intervenire subito. Possiamo parlare di un agguato a tutti gli effetti da parte dei palermitani. I laziali erano arrivati alle 13 all’aeroporto ed erano al Bar Aluja per pranzare”. Il questore non ha escluso che la rissa sia stata organizzata “prima” e non “scoppiata per caso”. Gli investigatori hanno già arrestato uno degli aggressori che ha preso a calci il tifoso palermitano in via Libertà, gli altri sono in corso di identificazione.

La polizia ha reso noti i nomi degli otto arrestati. Si tratta dei palermitani Alberto Gabriele Bruneo, 26 anni, Aloui Chadli, 28 anni, già sottoposto a daspo, Emanuele Cardella, 28 anni, residente a Marineo (Pa), Maria Emanuele Surdi, 23 anni, già sottoposto a daspo. E dei laziali Massimiliano Morelli, 22 anni, romano, Gabriele Lordi, 22 anni, già colpito da daspo, Daniele Casella, nato a Rieti e residente a Roma e di Marco Massaro, romano, 26 anni. Tutti i tifosi palermitani finiti in manette militano nell’area antagonista vicina al centro sociale AnomaliaMattia Falcone, palermitano di 21 anni, già sottoposto a daspo e anche lui aderente ai centri sociali, picchiato mentre era a terra, è stato invece denunciato.

Gli attivisti dello spazio sociale palermitano, dal canto loro negano la “matrice politica” dell’aggressione. “Diffidiamo questura e giornalisti ad accostare questioni assolutamente distanti tra loro: la presunta matrice politica deve lasciare spazio alla reale natura dei fatti e cioè alla dinamica ultras da cui tutto è scaturito”, è scritto in una nota.