Lui ha 50 anni ed è residente a Como (risponde alle iniziali U.M), lei di anni ne ha 33 e vive a Brenna: insieme hanno rapinato un cittadino extracomunitario che si trovava alla stazione di Mariano Comense. La vittima è un uomo di 43 anni: secondo la testata locale QuiComo, il marocchino è stato avvicinato dai due italiani, abili nel distrarlo e nel rubargli il portafogli. Ma quello che sembrava essere un furto con destrezza si è ben presto trasformato in una cosiddetta rapina “impropria”: il marocchino si è infatti accorto di aver subito il furto e quando ha cercato di riprendersi il portafogli si è visto minacciare pesantemente.

E’ allora che il cittadino extracomunitario ha deciso di arrendersi e di avvertire le forze dell’ordine. I carabinieri hanno rintracciato la coppia nel vicino ospedale di Mariano Comense: l’uomo è stato trovato con una banconota da 100 euro (la cifra denunciata dalla vittima della rapina), la donna era invece in possesso del portafoglio rubato che ha riconsegnato spontaneamente. I due sono stati portati nel carcere Bassone di Como.