“I numeri per approvare il disegno di legge Cirinnà c’erano: 199 senatori avrebbero votato Sì e solo 121 No”. Paola Nugnes (senatrice M5S), interviene così nel dibattito in Senato sulle ‘unioni civili’ e aggiunge: “Renzi ha scelto Alfano e Verdini, c’è premeditazione nell’omicidio di questa legge”, afferma la parlamentare pentastellata che poi cita Enrico Berlinguer per spiegare la scelta di non votare il ‘canguro’ proposto dal senatore dem Andrea Marcucci, (poi dichiarato inammissibile dal presidente Piero Grasso) e critica le ultime modifiche apportate al provvedimento col maxi emendamento su cui il governo ha posto la questione di fiducia: “La mancanza dell’obbligo di fedeltà è una discriminazione insita nella legge”. “Io mi vergogno di far parte di questo Parlamento che non ha saputo portare a casa una legge che dia dignità ai cittadini”