UN MINISTRO “CONTRONATURA”, INDAGATO ALFANO PER ABUSO D’UFFICIO
Trasmessa da Enna a Roma l’indagine: nelle intercettazioni le pressioni sul ministero dell’Interno per cacciare Fernando Guida, che aveva commissariato la fondazione dell’università Kore, feudo di Mirello Crisafulli. Di Giuseppe Lo Bianco

VERGOGNAMOCI PER LUIL’editoriale di Marco Travaglio
Secondo il ministro dell’Interno Angelino Alfano, eliminando dalla legge Cirinnà la “stepchild adoption” che consentiva ai centinaia di bambini e ragazzi di avere dei genitori e calpestando l’orientamento della stragrande maggioranza del Parlamento, il governo ha sventato una “rivoluzione antropologica contronatura”. Ora, per carità. È comprensibile che Alfano abbia un concetto approssimativo dell’antropologia e della natura, che fra l’altro si è accanita contro di lui

IL PARTITO DELL’AMORE DI VERDINI E RENZI BENEDETTO DA RE GIORGIO
Ecco la nuova maggioranza. Decisive le truppe di Denis per l’approvazione al Senato della fiducia sul disegno di legge Cirinnà, dimezzato per volere di Alfano. Di Wanda Marra

IL LUPO DENIS: “IL NOSTRO AIUTO. È STATO FONDAMENTALE”
L’altro fiorentino reclama l’importanza dei suoi voti: “Nessun mercimonio”. Di Luca De Carolis

L’INTERVISTA – “SEMPRE PIÙ LONTANI DALLA CIVILTÀ EUROPEA”
Stefano Rodotà: “Nata per sanare discrimini, la legge Cirinnà li ribadisce”. Di Silvia Truzzi

LA DIFESA SUPREMA: SENZA L’OK DI TOBRUK TUTTI FERMI
I vertici romani confermano la linea attendista sull’intervento in Libia. Di Giampiero Gramaglia e Wanda Marra

MIGRANTI, UE: “RISCHIO CAOS”. LA GRECIA CONTRO L’AUSTRIA
Dopo gli accordi tra Vienna e i paesi balcanici per chiudere le frontiere, Atene richiama l’ambasciatore: “Non saremo il Libano d’Europa”. Bruxelles: “Risultati in dieci giorni o sono guai”. Di Marco Franchi

EFFETTO SUPERTRUMP, 70ENNE CINGUETTATORE SERIALE (E VINCENTE)
Non c’è giorno di campagna elettorale che un tweet del miliardario candidato alla Casa Bianca non faccia notizia, susciti polemiche, sia retwittato a catena. E i media tradizionali fanno da megafono. Di Giampiero Gramaglia

“NEL 1994 DELL’UTRI ERA AL BAR DONEY”. QUELLO DEI GRAVIANO
L’ex dc Ezio Cartotto al processo Trattativa: “Lo vidi a Roma con sconosciuti”. Lì il boss disse: “Abbiamo il Paese in mano”. Di Giuseppe Pipitone e Sandra Rizza

LAVINIA, IL NUOVO AMORE DI B. “CI RISIAMO, NON È CAMBIATO”
La liaison della discordia. La giovane romana, 21 anni, al centro delle liti furibonde con la (fu) compagna Pascale, e l’addio del “falchetti”. Lusso e regali. Il cerchio magico nel panico: “Ma chi è?”. Di Alessandro Ferrucci

L’ANTITRUST POTA MONDAZZOLI: ECCO TUTTI I “RIMEDI”
Non solo rinuncia a Bompiani e Marsilio, ma prescrizioni anche su diritti d’autore, librerie, grande distribuzione e gli ebook. Di Marco Palombi e Silvia Truzzi

L’INCHIESTA – DUE ANNI DI FRANCESCHINI. MUSEI PIENI MA TANTE GRANE
L’Art bonus che fatica a decollare, le soprintendenze uniche, i teatri in subbuglio. Bilancio di 24 mesi della “cenerentola” dei ministeri. Di Camilla Tagliabue

BUONO! LO CHEF ESPOSITO, LO STRESS E IL GRAN PIACERE DI CUCINARE
Due stelle Michelin, tre forchette del Gambero Rosso, Gennaro Esposito è nato a Vico Equestre, in provincia di Napoli. E qui gestisce la Torre del Saracino: “La cucina è gioia di vivere – dice – A volte assaggi un prodotto e da lì ti parte un’idea”

LIBIDO, DOPPIA LIBIDO E LIBIDO CON DECALOGO
Sex Out. Dal filosofo tedesco Wilhelm Schmid dieci mosse contro il calo del piacere. E c’è anche il sesso a pagamento. Di Caterina Soffici