La Svezia è il sogno dei migranti che raggiungono l’Europa. “Ci pagano la stanza, i pasti e 123 euro al mese”,  racconta un immigrato siriano. Lo Stato sociale svedese, infatti, è stato a lungo considerato un modello di successo: qui centinaia di migranti chiedono l’asilo politico per poi accedere ai sussidi di Stato e ottenere una carta di credito ricaricabile del governo