“Il tecnico del Napoli mi ha dato del frocio e del finocchio. E’ un razzista e una persona del genere dovrebbe essere cacciata dal mondo del calcio”. Così l’allenatore dell’Inter Roberto Mancini ai microfoni della Rai racconta dell’alterco con Maurizio Sarri, mister del Napoli, durante la partita di Coppa Italia (vinta dai nerazzurri 2 a 0).  Insulti omofobi che potrebbero pesare a lungo sulla reputazione del tecnico dei partenopei. “In Inghilterra una persona del genere non metterebbe mai più piede neanche in un campo di allenamento”, continua Mancini che, prima di abbandonare il collegamento, si sfoga ulteriormente: “Sono fiero di essere frocio se Sarri è un uomo. Scusate, ma non ce la faccio a parlare della partita dopo questo episodio”. Sarri in conferenza ha poi dichiarato: “La prima cosa che mi è venuta in mente ho gridato, ma credo che le ‘cose da campo’ dovrebbero rimanere nel campo”. In un successivo passaggio ha aggiunto: “Ma non ce l’ho in alcun modo con gli omosessuali”