Per anni ha sostenuto di aver conseguito la laurea ma si era inventato tutto. Per questo il sindaco di Treviglio (Bergamo), Giuseppe Pezzoni, ha dato le dimissioni. Pezzoni era stato eletto nel 2011 con una coalizione formata dalla Lega Nord e dalla lista civica Io Treviglio. Forza Italia, invece, gli aveva tolto l’appoggio da tempo. A gennaio sarà quindi nominato un commissario prefettizio che sarà in carica fino alla primavera quando si terranno le elezioni comunali.

Pezzoni era anche dirigente scolastico dell’Istituto don Bosco dei Salesiani della città bergamasca, dove insegnava lettere dal 1993. La laurea mai conseguita era proprio in lettere. Quando è scoppiato il caso, nel settembre 2014, il primo cittadino aveva subito ammesso le bugia ed era partita un’indagine della Procura. Poco tempo dopo, insieme a quattro assessori della sua giunta, Pezzoni è stato coinvolto in un’altra indagine per un presunto abuso d’ufficio relativo alla realizzazione di un complesso sanitario.