Radiazione dalla Fifa e fine della carriera da dirigente per Michel Platini. E’ questa la richiesta del Comitato etico della stessa federazione calcistica internazionale per l’attuale presidente della Uefa. Ad annunciarlo sono stati i suoi avvocati. L’ex giocatore della Juventus è coinvolto insieme all’attuale numero uno del calcio mondiale, Joseph Blatter, nella vicenda dei 2 milioni di franchi svizzeri ricevuti dalla Fifa nel 2011. Il 23 novembre, la camera arbitrale del comitato etico, presieduta da Hans-Joachim Eckert, ha aperto un procedimento nei confronti di entrambi i dirigenti.

Platini attualmente è sospeso per 90 giorni (squalifica partita l’8 ottobre) da tutte le attività calcistiche internazionali ed è quindi rimasto escluso dalle elezioni alla presidenza della Fifa, previste per il 26 febbraio 2016. Le sanzioni, sia per lui che per Blatter, saranno rese note entro fine dicembre. La Uefa si è già cautelata e alla presidenza della Fifa ha candidato Gianni Infantino, segretario generale della federazione europea e considerato molto vicino a Platini.