Ultima fatica del tour de force che ha costretto le squadre impegnate nelle coppe a disputare cinque partite nelle ultime due settimane. Con la sosta per le nazionali alle porte, la dodicesima giornata consentirà di tirare il fiato e anche le prime somme di questo avvio di campionato. Perché domenica alle 15 si gioca il derby della Capitale che potrà dire tanto sulla reale forza della Roma, ancora attribuita dei gradi di favorita per il titolo nonostante il ko di San Siro. E perché le capoliste Inter e Fiorentina (i viola nel posticipo) sono impegnate sui difficili campi di Torino e Samdporia, trasferte adatte a testare le ambizioni di scudetto di Mancini e Paulo Sousa. Soprattutto il “Mancio” deve scegliere se rilanciare Icardi o tenerlo in panchina dopo l’ottima prestazione dei nerazzurri contro la Roma: l’eventuale seconda esclusione consecutiva potrebbe aprire un caso. Prove d’appello anche per Milan e Juventus: Mihajlovic in casa contro l’Atalanta ha una grande occasione per centrare la terza vittoria di fila e svoltare la stagione (ma gli orobici a San Siro hanno sempre fatto bene); la Juventus sul campo dell’Empoli deve dare continuità al successo in extremis nel derby col Torino. Altrimenti il campionato dei bianconeri potrebbero davvero essere già finito a metà novembre.

HELLAS VERONA-BOLOGNA (sabato 7/11 ore 18)
Hellas Verona: Rafael; Pisano, Moras, Helander, Souprayen; Sala, Greco, Hallfredsson; Jankovic, Pazzini, Juanito Gomez.
• Ultima spiaggia per Mandorlini, ancora a secco di successi da inizio stagione. Marquez si aggiunge alla lista degli infortunati, al suo posto Helander. Davanti Jankovic o Siligardi. Indisponibili: Fares, Romulo, Toni, Viviani, Albertazzi, Marquez, Bianchetti. Squalificati: nessuno.

Bologna: Mirante; Rossettini, Gastaldello, Maietta, Masina; Donsah, Diawara, Rizzo; Giaccherini, Destro, Mounier.
• Donadoni ha provato Brienza a centrocampo, ma dovrebbe dare fiducia alla squadra che ha vinto al suo esordio contro l’Atalanta. La novità può essere l’impiego di Rossettini come terzino destro. Indisponibili: Zuculini, Oikonomou, Acquafresca. Squalificati: nessuno.

MILAN-ATALANTA (sabato 7/11 ore 20.45)
Milan: Donnarumma; De Sciglio, Mexes, Romagnoli, Antonelli; Kucka, De Jong, Poli; Cerci, Bacca, Honda.
• Avanti col 4-3-3, ma Mihajlovic cambierà qualcosa a livello di uomini: Poli al posto dell’infortunato Bertolacci, De Jong favorito su Montolivo. Con Bonaventura squalificato, spazio a Honda nel tridente d’attacco. Indisponibili: Menez, Alex, Balotelli, Abate, Diego Lopez, Bertolacci. Squalificati: Bonaventura.

Atalanta: Sportiello; Masiello, Stendardo, Paletta, Dramé; Grassi, De Roon, Carmona; Moralez, Pinilla, Gomez.
• Reja cambia dopo la brutta sconfitta di Bologna. Tornano Pinilla e Moralez davanti, dietro recuperato Dramé e bocciato Toloi: al suo posto Stendardo. Indisponibili: Suagher. Squalificati: nessuno.

TORINO-INTER (domenica 8/11 ore 12.30)
Torino: Padelli; Pryima, Glik, Moretti; Bruno Peres, Benassi, Vives, Baselli, Molinaro; Quagliarella, Maxi Lopez.
• Ventura vuole dimenticare la beffa del derby. Si affiderà ai suoi fedelissimi, con l’ucraino Pryima all’esordio in Serie A per l’emergenza in difesa. Indisponibili: Obi, Jansson, Avelar, Farnerud, Maksimovic. Squalificati: Bovo.

Inter: Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Telles; Felipe Melo, Medel, Brozovic; Perisic, Icardi, Jovetic.
• Tanti dubbi in tutti i reparti per Mancini. Il più grosso è la presenza di Icardi, che potrebbe tornare titolare al centro dell’attacco. In questo caso fuori uno tra Jovetic, Perisic e Ljaijc. Davanti possibile conferma per l’ex D’Ambrosio. Indisponibili: Vidic. Squalificati: Guarin.

EMPOLI-JUVENTUS (domenica 8/11 ore 15)
Empoli: Skorupski; Laurini, Tonelli, Costa, Mario Rui; Zielinski, Dioussé, Paredes; Saponara; Pucciarelli, Maccarone.
• Gran momento per la formazione di Giampaolo. In attacco rientra Maccarone dal primo minuto al posto di Livaja, in difesa più Laurini di Zambelli. Indisponibili: Mchedlidze, Cosic, Croce, Dermaku. Squalificati: nessuno.

Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Evra; Marchisio, Lemina, Pogba; Cuadrado, Mandzukic, Morata.
• Solita incognita la formazione di Allegri, per modulo e uomini: trequartista (con la conferma di Hernanes, criticatissimo in settimana) o tridente con la possibile esclusione di Dybala? In caso di difesa a 4, dietro rischia di restare fuori Chiellini, con Licthsteiner titolare anche in campionato. Indisponibili: Pereyra, Asamoah, Khedira. Squalificati: nessuno.

FROSINONE-GENOA (domenica 8/11 ore 15)
Frosinone: Leali; Rosi, Diakité, Blanchard, Crivello; Paganini, Gucher, Chibsah, Soddimo; Dionisi, D. Ciofani.
• Stellone vuole ripartire in casa dopo la goleada subita a Firenze. Niente turnover, spazio ai titolari. Anche fra i pali, dove Leali dovrebbe riprendersi il suo posto. Indisponibili: Castillo, Pavlovic. Squalificati: nessuno.

Genoa: Perin; Izzo, Burdisso, Ansaldi; Diogo Figueiras, Rincon, Tino Costa, Laxalt; Perotti, Pavoletti, Gakpé.
• Dopo aver fermato il Napoli con una formazione più conservativa, Gasperini torna al tridente pesante con Gapké accanto a Pavoletti e Perotti. L’alternativa è l’inserimento di Ntcham in mezzo, con Laxalt più avanzato. Indisponibili: Munoz, Marchese, Dzemaili, Pandev, També. Squalificati: nessuno.

PALERMO-CHIEVO VERONA (domenica 8/11 ore 15)
Palermo: Sorrentino; Vitiello, Gonzalez, Andelkovic; Rispoli, Jajalo, Maresca, Chochev, Lazaar; Vazquez; Gilardino.
• Iachini spalle al muro: deve vincere per evitare l’esonero. Ma non ha grandi alternative di formazione, complice anche l’assenza di Rigoni: davanti conferma per Gila-Vazquez, in mezzo possibile inserimento di Maresca e Chochev. Indisponibili: Bolzoni, Morganella, Djurdjevic, Rigoni. Squalificati: nessuno.

Chievo Verona: Bizzarri; Cacciatore, Gamberini, Cesar, Gobbi; Castro, Rigoni, Hetemaj; Birsa; Inglese, Paloschi.
• Maran non vince da fine settembre, e davanti darà fiducia al giovane Inglese, già in gol nell’ultimo turno contro la Sampdoria. Indisponibili: Frey, Mattiello, Izco. Squalificati: Meggiorini.

ROMA-LAZIO (domenica 8/11 ore 15)
Roma: Szczesny; Torosidis, Manolas, Rudiger, Digne; Florenzi, Keita, Nainggolan; Gervinho, Dzeko, Salah.
• Perso anche Maicon, Garcia potrebbe puntare su Torosidis in difesa per avere Florenzi a centrocampo. In regia torna Keita (con De Rossi non al meglio, l’alternativa sarebbe Vainqueur), davanti confermato il tridente Gervinho-Salah-Dzeko. Indisponibili: Strootman, Totti, Maicon. Squalificati: Pjanic.

Lazio: Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Radu; Onazi, Biglia, Lulic; Felipe Anderson, Klose, Candreva.
• Pioli orientato a dare più sostanza al centrocampo, tornando al 4-3-3. Se Lulic arretra a terzino, dentro Milinkovic. Davanti dovrebbe giocare Klose. Indisponibili: De Vrij, Parolo. Squalificati: nessuno.

SASSUOLO-CARPI (domenica 8/11 ore 15)
Sassuolo: Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Biondini; Berardi, Defrel, Sansone.
• Per i neroverdi è una grande occasione per fare il salto in classifica. In attacco ballottaggio Sansone-Floro Flores. Dietro Cannavaro in dubbio, nel caso pronto Ariaudo. Indisponibili: Terranova. Squalificati: nessuno.

Carpi: Benussi; Zaccardo, Gagliolo, Romagnoli, Gabriel Silva; Letizia, Bianco, Lollo, Di Gaudio; Matos, Lasagna.
• Castori riparte dalla difesa a 4 dopo il ritorno in panchina al posto di Sannino. E dà spazio ad alcuni fedelissimi della Serie B: Lollo, Di Gaudio e Lasagna titolari. Indisponibili: Martinho, Iniguez, Mbakogu, Fedele, Spolli. Squalificati: Borriello.

NAPOLI-UDINESE (domenica 8/11 ore 18)
Napoli: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne.
• Dopo il turnover di successo in Europa League, Sarri va avanti con i titolari. Ancora solo panchina per Gabbiadini, nonostante la doppietta di coppa. Indisponibili: Mertens. Squalificati: nessuno.

Udinese: Karnezis; Wague, Danilo, Felipe; Widmer, Badu, Lodi, Iturra, Edenilson; Bruno Fernandes, Thereau.
• Momento difficile per Colantuono, che al 90% dovrà rinunciare anche a Di Natale. Davanti Fernandes come spalle di Thereau, in fascia potrebbe tornare titolare Widmer a scapito di Adnan (non in perfette condizioni). Anche Danilo è in dubbio. Indisponibili: Domizzi, Kone, Merkel, Guillherme, Zapata; Di Natale. Squalificati: nessuno.

SAMPDORIA-FIORENTINA (domenica 8/11 ore 20.45)
Sampdoria: Viviano; Cassani, Silvestre, Zukanovic, Regini; Soriano, Fernando, Barreto; Carbonero, Eder, Muriel.
• Perso Correa per infortunio, giocherà Carbonero davanti. Da capire se come trequartista o esterno nel 4-3-3. In mezzo torna Soriano dopo il turno di riposo. Indisponibili: Coda, Krsticic, Correa. Squalificati: nessuno.

Fiorentina: Tatarusanu; Roncaglia, Rodriduez, Astori; Blaszczykowski, Vecino, Badelj, Marcos Alonso; Borja Valero, Ilicic; Kalinic.
Rebus formazione per Paulo Sousa: quasi certo l’impiego di Kalinic, favorito per fargli da spalla l’eroe di coppa Ilicic (ma occhio a Rossi). In fascia tornano Kuba e Alonso. Indisponibili: Bakic. Squalificati: nessuno.