libri 675

Ogni giorno, ogni ora, escono in Italia centinaia di nuovi libri. Titoli che molto spesso vengono ignorati, soprattutto se i volumi in questione vengono pubblicati da editori piccoli e indipendenti che non hanno la forza di competere con i mostri della grande distribuzione. Tra quelli che mi è capitato di leggere ultimamente vorrei segnalarne qualcuno.

Gli Infedeli. Storie e domande della Uno bianca, di Carmelo Pecora (Editrice Zona), un testo fondamentale per cercare di capire i tremendi fatti accaduti tra il 1987 e il 1994 in Emilia Romagna e nelle Marche che hanno visto protagonisti i fratelli Savi e i loro complici della Uno bianca. L’autore, all’epoca dei fatti poliziotto a Forlì, una delle città interessate dalla lunga scia di sangue, ricostruisce le tappe dell’inchiesta e propone una tesi interessante sui perché di quella vicenda.

La gente morta non si diverte, di Gianluca Di Renzo (Edicola Ediciones), un romanzo a racconti, una ballata in tre tempi che utilizza i ricordi personali dell’autore per descrivere una condizione di memorie universali con un taglio ironico e cinico. Da John Fante a Charles Bukowski passando per l’Abruzzo e la follia, da Maradona alla guerra, un testo tagliente e contemporaneo ben curato e godibile.

Ragazzi di bambù, di Mitali Perkins (Atmosphere Libri, traduzione di Denise Silvestri), un romanzo di formazione ambientato in Birmania che narra di due ragazzi divisi dal conflitto che vede opporsi il governo militare ai Karenni, una delle tante minoranze etniche del Paese. Coraggio, rabbia, oppressione, libertà, amicizia. Sono tante le tematiche affrontate dall’autrice indiana emigrata negli Stati Uniti che tenta di tracciare una delle tante possibilità di redenzione che l’amore e l’amicizia possono offrire.

Il demonio di Sant’Andrea, di Gaetano Allegra (Edizioni dEste). Un avvincente viaggio nell’Italia meridionale nel periodo precedente all’Unità d’Italia. Epopea di briganti e di povera gente, di contrasti e incomprensioni di una nazione che di fatto è ancora un’amalgama poco riuscita di popoli con tradizioni diverse. Una ricerca storica accurata che immerge il lettore nello spirito di quel periodo così lontano, ma straordinariamente attuale.

Fuga, di Mauro Baldrati (Carmilla, storica rivista online diretta da Valerio Evangelisti), scaricabile gratuitamente dal sito della rivista, è un romanzo fantapolitico che narra di militanti No Tav in fuga dopo essere stati condannati a trent’anni di reclusione. I protagonisti si muovono in un Paese dilaniato da speculazioni e oppressione, dove dilagano le squadre della morte al soldo del Partito Unico, portatrici di devastazione e violenza. L’unica soluzione, l’unica forma di resistenza, sembra essere data dall’amore e dalla solidarietà in uno scenario sempre più cupo che lascia poco spazio a una reale speranza di riscatto.