Il primo posto del girone B è della Serbia, ma l’Italia non sfigura fino a quando non tira i remi in barca, priva anche di Belinelli. Dopo la due giorni magica contro Spagna e Germania, gli azzurri perdono 101-82 davanti agli slavi, ancora imbattuti e trascinati dal duo Teodosic (26) e Bjelica (19). Il playmaker ne piazza 14 già nel primo periodo, punti rintuzzati da Bargnani per il 19-25 alla sirena. Nel secondo l’Italia si rifà sotto, ancora con l’ex Raptor e poi con Della Valle, impiegato da Pianigiani che tiene a riposo Belinelli per un affaticamento muscolare.

Ma il -3 è respinto da Raduljica e al riposo lungo la squadra di Djordjevic è avanti di 8 lunghezze (40-48). Cinciarini è presente, ma i serbi si scatenano e con un parziale di 11-2 spaccano in due la partita. Dal 55-70 del 28’ si va avanti con l’accademia e trovano spazio le seconde linee. Ora l’Italia dovrà attendere i match serali Germania-Spagna, Turchia-Islanda e, soprattutto, Israele-Francia per capire in quale posizione chiuderà il girone e quindi chi sarà l’avversaria di domenica a Lille. Salvo clamorosi inciampi dei turchi contro l’Islanda, l’Italia chiuderà terza (anche in caso di arrivo a tre con la Spagna) e affronterà gli israeliani.