Terzo caso di violenza sessuale in tre giorni sulla spiaggia di Rimini. Questa volta a denunciare di aver subito violenze è una turista tedesca di 19 anni anni. La ragazza è stata ritrovava sulla battiglia, all’altezza dello stabilimento balneare di Miramare mentre era semicosciente. Notata da un passante è stata portata all’ospedale dove ha denunciato ai carabinieri di essere stata vittima di uno stupro.  I medici hanno riscontrato delle lesioni agli organi genitali compatibili con una violenza., ma la ragazza non è riuscita a fornire molti elementi:  dalle analisi del sangue è risultato che avesse un tasso alcolico superiore a 2.

Sull’episodio cercano di fare luce le indagini dei carabinieri, ma adesso è allarme sul lungomare romagnolo e infatti ora la questura parla di “task force” per pattugliare spiaggia e viali a mare con agenti in borghese e in divisa.

Nella notte di Ferragosto, una 20enne di Monza è stata violentata sempre sulla spiaggia nella zona dello stabilimento Miramare. La giovane ha spiegato di aver incontrato un ragazzo di colore mentre da sola cercava due amici intorno alle ore 5 del mattino. Sentita di nuovo dagli investigatori, ha confermato un primo approccio consensuale con l’uomo al quale avrebbe anche prestato la tessera fiscale per comprare sigarette ad un distributore. Poi però non avrebbe acconsentito al rapporto sessuale subito anche a causa dell’alcol ingerito. Il ragazzo l’ha infatti trascinata tra le cabine e l’ha violentata. Solo quando sono arrivati dei passanti, attirati dalle grida della giovane, l’uomo è fuggito facendo perdere le sue tracce. Adesso gli investigatori sono alla ricerca di un ragazzo alto, di colore e con le treccine, che adesso è ricercato dagli investigatori.

È stato invece arrestato prima di compiere la violenza l’uomo che, sempre la notte di Ferragosto, ha tentato di stuprare una 24enne di Rimini. Afferrata alle spalle e gettata a terra, la ragazza è riuscita a liberarsi e a scappare per chiedere aiuto. Sul posto è intervenuta una volante della polizia che ha fermato il responsabile che si trovava ancora in zona.