Era la notte del 12 giugno 2013, quando tre uomini disarmati, sospettati di aver rubato una bicicletta, vengono fermati dalla polizia di Gardena, cittadina a sud della California. E uno di loro, il trentaquattrenne latino-americano Ricardo Diaz Zeferino venne ucciso da un agente. A distanza di due anni, il video di quella notte è stato reso pubblico dall’ordinanza di un giudice federale. Come si vede nelle immagini, diffuse dal Los Angeles Times, gli agenti ordinano agli tre uomini di tenere le mani in alto, ma Ricardo Diaz Zeferino – sulla cui maglia scura spicca il pallino di un puntatore laser – le abbassa per togliersi il berretto bianco. E, in quel momento, il poliziotto apre il fuoco e Diaz Zeferino cade a terra ucciso. La polizia aveva chiesto che il video rimanesse segreto, ma il giudice ha stabilito che i cittadini dovessero vedere quanto accaduto