Debutto non proprio perfetto per il baby pilota Ferrari Antonio Fuoco, classe 1996, che durante i test ufficiali in Austria è andato a sbattere contro le barriere alla prima curva del circuito di Spielberg, dove il 21 giugno si è corso il Gran premio d’Austria. Il 19enne calabrese non si è fatto niente ed è uscito da solo fuori dall’abitacolo dell’auto. Fuoco ha riportato in pista la SF15-T, l’auto guidata dai piloti Ferrari Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen in Formula 1. Per lui si tratta della prima volta sulla Rossa. Dopo una mattinata di pioggia, che non ha permesso di fare più di un giro, verso mezzogiorno la situazione è migliorata e il giovane pilota ha potuto iniziare i test. Prima dell’incidente aveva registrato il secondo miglior tempo, dietro a Esteban Ocon, pilota che fa parte del programma di sviluppo della Lotus.

Antonio Fuoco viene da Cariatti, in provincia di Cosenza, e oggi sul tracciato di Spielberg c’erano molti suoi fan, provenienti dal paese calabrese, che si sono fatti quasi 1.500 chilometri per vedere il debutto del gioiellino della Ferrari. Fuoco fa parte della Ferrari Driver Academy ed è attualmente impegnato in Gp3 Series con il team britannico Carlin. Nel 2014 vince due gare dell’euro F3, classificandosi 5° in campionato, mentre nel 2013 vince la F. Renault 2.0 Alps con la Prema. Nel 2012 arriva 3° nella Wsk Euro Series e 4° nell’Europeo Cik-Fia. Debutta a cinque anni nei kart. Insieme a Fuoco, un altro pilota della Fda. Si chiama Raffaele Marciello ed è nel programma di sviluppo della Sauber, scuderia che monta i motori Ferrari.