“Gli immigrati non possono essere un problema solo dell’Italia e della Sicilia, ma lo sono di tutti i paesi Europei”, commenta il presidente della Sicilia Rosario Crocetta dopo il naufragio al largo delle coste libiche in cui potrebbero aver perso la vita 950 migranti. Il governatore è duro nei confronti dei vertici dell’Unione: “L’Europa deve smetterla di fare chiacchiere”, e promuovere un “consiglio dei paesi membri” da tenersi in Sicilia per affrontare “una risoluzione obbligatoria” che possa risolvere e arginare l’ondata di sbarchi. Critico il commento anche nei confronti di Triton e Frontex: “Mare Nostrum era un intervento efficace fatto dalla Marina con la sensibilità italiana, invece Triton è un’iniziativa burocratica con la logica dell’euro-burocrazia”  di Saul Caia e Dario De Luca