Ma che fine hanno fatto gli intellettuali organici? Dove sono i lettori della fase? I critici che riescono a spezzare come il pane la realtà ed a svelare il perché dei fenomeni?

Possibile che un personaggio definito trash come Leone Di Lernia possa alla fine spiegarci la verità dietro le cose graffiandone la patina di artificialità e rivelarsi acuto quanto Bauman e più autentico di Cacciari?

A ben vedere ascoltando questa breve intervista, ci spieghiamo il perché dell’enorme successo di Salvini, del gran Cavaliere, dello stesso Grillo e di quanti altri in maniera liquida si sono alternati nel panorama italiano. Un artista come Di Lernia di origine pugliese,ma divenuto ormai un personaggio cult che trascina migliaia di spettatori, che venerdì sera, prima ancora dell’uscita della sentenza su Calciopoli, ci aveva liquidato in poche parol…acce, e semplicemente, tutto il calcio ed il suo mondo, tutta la politica ed il suo mondo, dimostrandoci che l’arte spesso è un irriverente locuzione “Auzz…”.

Alla fine la verità viene fuori, anche se scomoda ed irriverente.

Cos’ha da dire Leone Di Lernia alle telecamere di Teletrani? Scopriamolo insieme!

Posted by TeleTrani on Sábado, 21 de marzo de 2015