La Roma è in coma profondo. L’encefalogramma giallorosso resta piatto anche a Verona, chi credeva di aver visto segnali di risveglio nel finale contro la Juventus si sbagliava: al Bentegodi i ragazzi di Rudi Garcia non vanno oltre lo 0-0, senza praticamente mai tirare in porta. E buon per la Roma che il Chievo non insista, accontentandosi di un punticino prezioso in chiave salvezza. Il risultato vale molto più per i clivensi in classifica: grazie alla sconfitta di ieri del Cagliari e ai pareggi di Cesena e Atalanta, il tecnico Maran mette sei punti di distanza fra sé e la zona retrocessione. Mentre Napoli e Lazio potranno nuovamente accorciare dal secondo posto, in caso di vittoria. Nelle parti alte della graduatoria si ferma la striscia del Torino di Ventura, che veniva da dodici risultati utili consecutivi e perde 3-2 contro l’Udinese, tornata invece alla vittoria dopo quattro partite. Per i friulani decisiva la prestazione di Totò Di Natale: un gol e un assist per il capitano bianconero, ma questa non è una notizia. Per il 37enne attaccante è la nona stagione consecutiva in doppia cifra. Anche il Genoa di Gasperini vede stoppata la sua corsa europea ad Empoli: al Castellani è 1-1 dopo una partita dai due volti, dominata nel primo tempo dai rossoblù, poi quasi ribaltata nella ripresa dai padroni di casa. Chiusura, infine, per il Parma. Era anche la giornata del ritorno in campo dei ducali, dopo gli ultimi due rinvii forzati, il caos societario delle ultime settimane e il salvataggio in extremis da parte della Lega. Nonostante un Tardini semi-deserto (sugli spalti giusto gli abbonati e forse nemmeno quelli) e un clima surreale (tante contestazioni, nei confronti del presidente fantasma Manenti ma anche di Lega e Figc), i giocatori non hanno sfigurato. Contro l’Atalanta (che aveva appena sostituito in panchina Colantuono con Edy Reja) finisce 0-0. Una partita fra due squadre vere, come ogni campionato vorrebbe.

RISULTATI (tra parentesi gli assist)

(sabato h. 18) Sampdoria – Cagliari 2-0: 33’ De Silvestri (Muriel), 72’ Eto’o (Silvestre)
Ammoniti: Romagnoli,Acquah (S); Avelar, Cossu (C).
Espulsi: Avelar.

(sabato h. 20.45) Milan – Hellas Verona 2-2: 18’ Toni (r), 41’ Menez (r), 47’ Tachtsidis (aut.), 94’ N. Lopez.
Ammoniti: Poli (M); Ionita, Halfredsson (V).

(domenica h. 12.30) Cesena – Palermo 0-0
Ammoniti
: Giorgi (C); Jajalo, Barreto (P).

Chievo Verona – Roma 0-0
Ammoniti: Dainelli, Cesar, Hetemaj, Birsa (C); Florenzi, Nainggolan.

•Una partita brutta, costellata da errori, che verrà ricordata solo per il terribile infortunio di Federico Mattiello, classe ’95, costretto nel corso del primo tempo ad uscire in barella per la frattura scomposta di tibia e perone. Per il resto 0-0, tanta noia e pochissime occasioni, quasi tutte per il Chievo Verona. Mentre la Roma praticamente non tira mai in porta per novanta minuti, confermando la sua crisi profondissima. Il finale contro la Juventus era stato un’illusione: al Bentegodi i giallorossi sono quelli visti nella prima ora di gioco contro i bianconeri domenica scorsa, e nelle uscite precedenti. Spenti, sotto ritmo, senza idee, grinta o fantasia. La prima frazione, come detto, è segnata dall’incidente occorso al giovane Mattiello, dopo uno scontro duro ma fortuito con Nainggolan. Sono brutti i momenti in campo, e lo choc condizionerà i giocatori per diversi minuti. Il primo tempo, già bloccato, si paralizza. Prima solo Pellissier aveva sfiorato il vantaggio per i padroni di casa, ostacolato bene in uscita da De Sanctis. Dopo tocca a Gervinho mancare di pochi centimetri il gol: ma il contropiede dell’ivoriano è un episodio isolato all’interno di una trama monotona, e comunque condotta dal Chievo. La Roma soffre. E Garcia lasciando fuori Ljaijc, l’unico in palla del reparto offensivo giallorosso, certo non fa un favore ai suoi. Il tecnico francese proverà a correre ai ripari nella ripresa, inserendo il serbo insieme al “ragazzino” Verde, vista l’inerzia negativa del match. Ma neanche i cambi risvegliano la Roma, sempre più brutta copia di se stessa. Finisce in pareggio soltanto perché il Chievo è bloccato dai suoi limiti tecnici e dalle sue paure, e non osa quanto potrebbe.

Empoli – Genoa 1-1: 26’ Niang, 66’ Barba
Ammoniti: Mario Rui, Valdifiori (E); Burdisso, Bertolacci (G).

Parma – Atalanta 0-0
Ammoniti: Lucarelli, Rodriguez (P); Pinilla, D’Alessandro (A)
Espulsi: Rodriguez (P).

Udinese – Torino 3-2: 15’ Quagliarella (Farnerud), 17’ Di Natale, Molinaro (aut.), 48’ Wague (Di Natale), 69’ Benassi
Ammoniti: Pinzi, Kone (U); Gazzi, Benassi (T).

(domenica h. 20.45) Napoli – Inter

(lunedì h. 19) Lazio – Fiorentina

(lunedì h. 21) Juventus – Sassuolo

CLASSIFICA (* una partita in meno; ** due partite in meno)
Juventus 58*
Roma 50
Napoli 45*
Lazio 43*
Fiorentina 42*
Sampdoria 42
Genoa 37*
Torino 36
Inter 35*
Milan 35
Palermo 35
Udinese 31*
Sassuolo 29*
Empoli 29
Hellas Verona 29
Chievo Verona 26
Atalanta 24
Cagliari 20
Cesena 20
Parma 11** (-1)