Nuovo blitz nel campo rom del quartiere di Scampia a Napoli. Le forze dell’ordine hanno rimosso i cavi collegati abusivamente alla rete elettrica di scuole e altri enti pubblici già staccati in una precedente operazione e recentemente riallacciati. Cinquanta carabinieri e 40 agenti della polizia municipale sono entrati in mattinata nella baraccopoli di via Cupa Perillo insieme con diverse squadre dell’Asia (l’azienda di igiene urbana partenopea) e dell’Enel. Obiettivo dell’operazione ripristinare le condizioni di sicurezza compromesse dagli allacci abusivi alla rete elettrica e rimuovere i rifiuti speciali presenti nel campo. Nel corso del blitz sono state anche sequestrate circa venti auto di grossa cilindrata. Intanto i nomadi presenti nel campo sono infuriati per le modalità dell’operazione e chiedono alle istituzioni di sistemare gli impianti del campo assegnato a questa comunità da circa trent’anni  di Fabio Capasso