Il 41,3 per cento dei pensionati percepisce un reddito sotto i 1.000 euro al mese, mentre un terzo non arriva a 500 e, nel complesso, l’80 per cento non supera i 2mila euro. Ma il 5,6 per cento supera i 3.000 euro mensili, con punte oltre i 5.000 euro per l’1,3% della platea. È quanto calcolato dall’Istat sui trattamenti del 2013, anno in cui i pensionati sono stati 16,4 milioni, circa 200mila in meno rispetto all’anno precedente, con una differenza fino a 3mila euro tra quanto percepito dai “nuovi” e quelli del 2012. Occorre però tener conto che un pensionato su tre percepisce più di un trattamento: il 25,1% degli aventi diritto è titolare di due pensioni, mentre il 7,8% ne ha almeno tre. La donne, grazie agli assegni di reversibilità, rappresentano il 59,4 per cento di chi beneficia di due pensioni e il 73,9 di chi ne ha più di quattro. Stando ai dati dell’Istituto nazionale di statistica, facendo le somme ogni pensionato riceve mediamente 16.638 euro all’anno (323 euro in più della media 2012). Ma chi è andato in pensione nel 2013 può contare oggi un reddito di 13.152 euro, inferiore a quello di 16.761 euro percepito da chi era già uscito dal lavoro l’anno prima.

Gli assegni più leggeri sono ovviamente quelli relativi a pensioni sociali, che coprono il 76 per cento degli importi mensili inferiori a 1000 euro. La quota di chi prende meno di 1000 euro scende al 44,7% tra i pensionati di invalidità, al 29,9% tra i titolari di pensioni di vecchiaia e al 34,6% tra i superstiti.

Il 47,8 per cento delle prestazioni si concentra nel Nord Italia, dove vive il 48,3% dei titolari e dove viene erogato il 50,6 della spesa. Se la media nelle regioni centrali si attesta intorno al 20,5 per cento, il Sud, dove vengono distribuiti il 31,8 per cento dei trattamenti, incide per il 28 per cento della spesa complessiva.

Quanto al costo per le casse dello Stato, nel 2013 la spesa per il sistema previdenziale è stata di 272,7 miliardi, lo 0,7 per cento in più di rispetto al 2012, con un impatto sul Pil che sale dal 16,63 al 16,85 per cento.