In arrivo il film sulle ragazze di Charles Manson- Un paio di settimane fa, avevamo raccontato la storia di Charles Manson, il capo della setta satanica che nel 1969 massacrò l’attrice Sharon Tate ed i suoi ospiti, e del suo prossimo matrimonio con la venticinquenne Star Burton. Manson che, per dirla con un giro di parole, sulle donne ha sempre avuto“un certo appeal” diventeraà nei prossimi mesi il protagonista di un film che racconta, più che la sua storia, quella delle otto ragazze che, all’epoca del massacro agirono per lui, come dei veri e propri automi. La pellicola si chiamerà “Manson’s girls” e racconterà la vita delle otto donne dal loro arruolamento nella setta, fino al loro arresto per gli omicidi. Delle otto ragazze protagoniste della sceneggiatura, sette sono ancora in vita e di queste tre sono tutt’ora in carcere, compresa Linda Kasabian che, secondo l’accusa, fu quella che scrisse, con il sangue delle vittime, la famosa scritta “Helter Skelter” sui muri della villa. Fu Manson ad ordinare che la strage fosse firmata in quel modo, cioè con il titolo di un brano dei Beatles, che, per lui rappresentavano i quattro angeli dell’apocalisse, suoi suggeritori per le azioni della setta.

Il “black friday” soppiantato dal “cyber monday”- Oramai è ufficiale: il “black friday” è stato soppiantato in toto dal “cyber monday”. Per chi non conoscesse l’argomento, il tutto potrebbe sembrare la trasposizione cinematografica di qualche libro di fantascienza, peccato che invece stiamo parlando di shopping allo stato puro, niente cinema, quindi. Il black friday, tradizionale appuntamento che arriva il giorno dopo quello del ringraziamento ha, anche quest’anno, fatto il suo corso, ma oramai le vendite, quelle vere, quantificabili in miliardi di dollari, avvengono in rete, il lunedì successivo. Questo quando i siti americani che comandano il mondo dell’elettronica, abbassano i prezzi, sino all’ottanta per cento. E siccome televisori, consolle, tablet e smartphone, compongono oramai oltre il 50% del cestino-spesa della famiglia americana, il gioco è presto fatto. Quindi, per il futuro prossimo venturo, basta risse davanti ai grandi magazzini, per accaparrarsi per primi un 50 pollici scontatissimo; da casa con un click si ottengono anche prezzi migliori e si risparmia la fatica, oltrechè, magari, anche un occhio nero…

I giocatori del St.Louis Rams alzano le braccia al cielo per i manifestanti di Ferguson- Durante una pausa di gioco della partita di football americano tra i St.Louis Rams e gli Oakland Raiders, una decina dei giocatori dei Rams, si sono schierati in mezzo al campo, alzando le braccia verso l’alto, in segno di supporto per i manifestanti di Ferguson, la cittadina sobborgo proprio di St.Louis, dove in agosto è stato ucciso un ragazzo nero disarmato, da un poliziotto bianco. Come sapete, la settimana scorsa i giudici hanno deciso di non incriminare l’agente, che, secondo loro, avrebbe agito per legittima difesa, facendo così ripartire le proteste di migliaia di cittadini, non solo a Ferguson ma in tutti gli Stati Uniti. Il gesto dei giocatori, che ha comunque diviso l’america, non comporterà nessun tipo di azione disciplinare da parte della lega, come richiesto dal sindacato di polizia della città, che avrebbe voluto che gli atleti fossero squalificati e multati “per dare un esempio” alla nazione. Richiesta assurda e senza senso, che la NFL ha giustamente respinto al mittente.

Il trailer di Star Wars versione Lego manda in tilt Youtube – Se ci fossero gli oscar per i trailers cinematografici, JJ Abrams ne avrebbe già vinto uno, e a mani basse. L’idea di unire il mondo di Star Wars, del quale Abrams è entrato a far parte di diritto come regista di “The force awakens”, a quello della Lego, ha inaftti generato un tale fermento in rete che, Youtube, solitamente scevro da problemi di sovraffolamento per i video listati, ha riscontrato qualche noia imprevista. Tantissimi sono infatti stati coloro che, durante lo scorso weekend, hanno voluto dare un’occhiata ad una versione del tutto particolare di Lord Vader e degli altri personaggi della saga, costruiti con gli storici mattoncini.

Crolla il prezzo della benzina in alcuni Stati del Sud – Per farvi un po’ rodere dall’invidia, visto che continuiamo a pagare la benzina tantissimo, nonostante il crollo del prezzo del petrolio mi è sembrato giusto raccontarvi che in otto Stati dell’unione, lo stesso è tornato sotto la soglia “psicologica” dei due dollari al gallone, cosa che non accadeva da parecchi anni. I residenti di Alabama, Mississippi, Texas, Louisiana, Oklahoma, South Carolina, Missouri e Tennessee spenderanno quasi il 15% in meno rispetto all’anno scorso ed adirittura, in certi casi, il 40% confrontando i prezzi con quelli del 2012. Se volete stare peggio, sappiate che è come se noi pagassimo un litro di super poco più di 50 centesimi, e questo nonostante un cambio euro-dollaro, non più così favorevole…

Oramai da tre mesi il corriere UPS offre ai suoi clienti la possibilità di stampare in 3D presso i suoi uffici in gran parte degli Stati Uniti. Con le stampanti in tre dimensioni che si stanno sempre più evolvendo, i dirigenti della UPS hanno considerato che un servizio del genere, anche se magari un po’ in là con i tempi, potesse soddisfare le esigenze dei consumatori più avanti in materia di tecnologie varie. Mai però avrebbero pensato che gli articoli più “ricercati” dalle stampanti, dopo averle programmate con il file richiesto, fossero i… vibratori ed in generale i sex toys. Senza nessun tipo di problema, sono stati già decine, infatti, i clienti che si sono presentati al desk, hanno programmato la macchina ed hanno atteso i venti minuti circa che ci vogliono per completare le operazioni di stampa. Il motivo di questa… preferenza? La possibilità di crearsi l’oggetto in questione della misura e forma desiderata.