“Mi sono emozionato nel leggere la sceneggiatura, perché mi sono subito reso conto che era scritta per me. E lavorare con Iggy Pop è fantastico!”. Dario Argento parla così del suo prossimo film The Sandman, che vedrà protagonista uno dei grandi della musica rock e proto punk.

Soprannominato l’Iguana da quando faceva il batterista nella band musicale Iguanas tra il 1963 e il 1965, Iggy Pop non è nuovo al grande schermo, avendo partecipato come attore nel film Il Colore dei Soldi di Martin Scorsese, in Coffe and Cigarettes di Jim Jarmush, fino al recente Art House di Victor Fanucchi nel 2010. Daniela Tully ha realizzato una sceneggiatura ispirata al romanzo Der Sandman di E.T.A. Hoffman del 1816, e i produttori Jeff Rogers e Rob Heydon hanno scelto il regista italiano per mettere in scena questo progetto tedesco-canadese, che si presenta come un thriller contemporaneo e ricco di tensione, con radici primordiali nella Foresta Nera. 

Il racconto si basa sulle vicende del giovane Nathan, che assiste all’omicidio della madre per mano di un serial killer con la mania di conservare gli occhi delle sue vittime, e diventa lui stesso un assassino. Iggy Pop interpreterà il serial killer, sulle note della colonna sonora firmata da Claudio Simonetti, che ha già terminato la canzone Way She Money, interpretata da Scott Weiland and the Wildabouts, impiegata per i titoli di testa. Le riprese dovrebbero iniziare in Canada nel 2015 e il film dovrebbe essere nelle sale per Natale del prossimo anno. “Poter interpretare Sandman per lui renderebbe completa la mia vita –  ha dichiarato Pop -. Spero di non aver appena scritto il mio epitaffio”. Non è chiaro se Sandman sia solo uno pseudonimo per identificare un nuovo psicopatico moderno o faccia riferimento al mito dell’uomo del sonno, ma la cosa interessante è che la realizzazione di questo film potrebbe essere possibile grazie al pubblico.  

Infatti Dario Argento e il team creativo hanno pubblicato sul sito web IndieGogo una campagna di crowdfunding, con lo scopo di raccogliere ben 250.000 dollari entro il prossimo 8 Novembre, chiamando la gente a contribuire economicamente alla produzione. “Sono felicissimo di potere, per la prima volta nella mia carriera, coinvolgere i miei fan fin dall’inizio e far loro svolgere un ruolo fondamentale nel mio prossimo film” ha dichiarato il regista. L’idea del crowdfunding si è rivelata spesso un successo per il cinema. Basti pensare al recente Io sto con la sposa di Gabriele Del Grande, che ha raccolto 75.000 euro in 45 giorni, permettendo la presenza del film all’uultima Mostra di Venezia. Partendo da un’offerta minima di 5 dollari, chiunque potrà fare la sua parte per portare The Sandman sul grande schermo, avendo in cambio una visita sul set, un messaggio personale dai protagonisti del progetto, o addirittura un ruolo nel film.