Un aereo acrobatico è caduto al Lido di Venezia durante la manifestazione “Fly Venice” all’aeroporto Nicelli. L’incidente è avvenuto domenica 21 settembre alle 16 nel corso di un’esibizione acrobatica davanti a una folla di 5mila persone. Morto il pilota, Francesco Fornabaio, campione del mondo della categoria nel 2014. L’atleta professionista, pluripremiato a livello internazionale, era nato a Milano e si allenava a Udine. Dal 2002 Fornabaio era diventato membro della nazionale italiana di acrobazie aeree. Al momento dell’incidente si trovava a bordo di un “Breitling Xtreme 3000” e stava concludendo una manovra acrobatica. Secondo le prime ricostruzioni, Fornabaio ha spento il motore e poi è precipitato sull’asfalto.

Un carriera piena di successi, quella del pilota milanese. Nel 1997 Fornabaio si è classificato primo nel campionato italiano, categoria intermedia. Ha poi partecipato ai campionati italiani, europei e mondiali di categoria illimitata, in cui era il vice campione italiano di Freestyle. La sua specialità era il volo artistico, con cui si esibiva proprio durante gli airshow. La terza edizione di “Fly Venice“, inaugurata venerdì 19 settembre, ha messo in mostra gli elicotteri di vigili del fuoco, forze dell’ordine e aeronautica militare. Nel programma della kermesse rientravano però anche diverse esibizioni di campioni italiani di acrobazia aerea, tra cui quella di Fornabaio.