La notizia del giorno è il gioco di punte sull’asse Torino-Valencia-Monaco che porterebbe alla corte di Massimiliano Allegri un pezzo da novanta del parco attaccanti dei campionati europei. La Juventus pensa a Radamel Falcao, il grande assente in Brasile e protagonista dello scorso calciomercato. Ma secondo La Gazzetta dello Sport l’operazione è tutta da costruire e partirebbe dall’interesse per Fernando Llorente da parte del Valencia, ormai prossimo a passare nelle mani di Peter Lim, magnate di Singapore già accostato al Milan. Se i bianconeri vendono, parte l’assalto alla Tigre ma l’operazione è complicata anche per ragioni economiche e di sistemi di tassazione che sfavoriscono l’Italia rispetto a Monaco, dove l’ex punta dell’Atletico Madrid ha trovato squadra a suon di 12,7 milioni lordi a stagione.

A Torino si pensa a Pastore
Falcao ma non solo alla corte di Allegri. Dal Portogallo rimbalza il caso-Luisao, con il presidente del Benfica che avrebbe inviato una diffida al club bianconero intimando lo stop al corteggiamento per il difensore 33enne: “Fermate la trattativa con l’agente – sarebbe il succo della lettera, secondo O Jogo – altrimenti vi denunciamo alla Fifa”. Marotta e Paratici guardano al Portogallo per la difesa, senza mollare le piste Manolas e Vlaar, mentre per la fase offensiva stanno sondando il terreno per un ritorno in Italia di Javier Pastore, “piano B” della Roma se dovesse sfumare Jovetic. Il talento argentino ora al Paris Saint Germain sarebbe il trequartista ideale nello scacchiere di Allegri, soprattutto in caso di uscita di Arturo Vidal. Il Manchester United è alla porta, il tempo stringe ma la sconfitta all’esordio in Premier League potrebbe essere il fattore scatenante. A quel punto, moneta in tasca, la Juve non potrebbe far altro che fiondarsi sull’ex Palermo per ridare qualità alla parte alta del centrocampo.

La Roma tra entrate e uscite
Secondo i giornali inglesi sarebbe chiusa la trattativa per Mehdi Benatia al Manchester United per una cifra di poco superiore ai 35 milioni di euro. E la Roma avrebbe individuato il sostituto in Marko Basa. Il difensore del Lille è già stato allenato da Rudi Garcia che ora lo vorrebbe portare in giallorosso per prendere il timone lasciato libero dal difensore marocchino. Ma i francesi rispondono picche, per il momento. Chi invece, pur dato in uscita, continua a tentennare è Mattia Destro. L’attaccante ha rifiutato 3 milioni di euro a stagione offerti dal Wolfsburg. Il ‘no’ di Destro ‘costa’ alla Roma circa 22 milioni di euro e blocca anche la trattativa con Jovetic. Ma l’arrivo del talento montenegrino è comunque intavolata, restano da capire le modalità del trasferimento (prestito oneroso con riscatto a 20 milioni?).

Napoli, De Guzman c’è
Dopo la Champions il centrocampista olandese in forza al Villareal sarà del Napoli. Sembra tutto definito. L’accordo per arrivare a Jonathan De Guzman sarebbe stato chiuso a circa 6,5 milioni. Ma la piazza e Benitez aspettano sempre nuove sul fronte Fellaini, il sogno estivo alimentato anche dalla mezz’ora scarsa giocata dal belga nella prima stagionale del Manchester United. L’alternativa viene sempre dalla Premier League e si chiama Lucas Leiva (Liverpool). Mentre lascerà Napoli Dusan Zapata, conteso da Udinese e Torino. La meta piemontese è maggiormente gradita dall’attaccante perché avrebbe la possibilità di giocare l’Europa League.

Milano in attesa
Il movimento sulla Napoli-Torino potrebbe concretizzarsi soprattutto se il Milan dovesse accelerare per Cerci. Galliani è in stand by e sonda anche Douglas Costa e un possibile ritorno in Italia di Lavezzi. Si tratta, in ogni caso, di movimenti lenti. Chi invece agirà solo dopo aver sfoltito la rosa è l’Inter. Guarin piace allo Zenit, Alvarez interessa al Monaco e Ausilio vorrebbe trovare una squadra anche a Kuzmanovic. A quel punto i nerazzurri si tufferebbero su Adrièn Rabiot, classe ’95 del PSG. Il giovane talento piace anche all’Arsenal ed è stato sondato dal ds della Roma Sabatini. Per questo l’Inter tiene sempre i fari puntati su Biabany, possibile puntello di fascia aggiunto all’ultima curva.

Le altre
Risolti i problemi per Basanta, la Fiorentina è a metà tra Fernando (Shakhtar) e Kurtic (Sassuolo) e potrebbe aprire una trattativa con il Genoa per la cessione di Roncaglia. Il Parma cerca forze fresche a centrocampo (Lodi del Catania). La Sampdoria deve liberarsi del portiere argentino Romero e vorrebbe il 24enne difensore Lisandro Lopez, l’anno scorso al Getafe ma di proprietà del Benfica. L’attivissimo Verona non molla Nico Lopez per il dopo Iturbe, mentre si è raffreddata l’idea Evangelista (San Paolo). Il Sassuolo vorrebbe regalare Cigarini a Di Francesco (l’alternativa è Obiang della Samp, sondato anche dal Napoli). Il nazionale Paletta interessa alla Lazio, che ha necessità di accendere il mercato per vivacizzare una campagna abbonamenti finora da incubo.

Twitter: @AndreaTundo1